La Cascata del Toce – Val Formazza

CONDIVIDI IL POST

Share on facebook
Share on twitter
Share on reddit
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Share on whatsapp
Share on print

La Cascata del Toce, detta anche La Frua, si trova nel Comune di Formazza, in frazione Frua, nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola ed è considerata uno dei simboli più scenografici della Val Formazza e delle Alpi.

Situata a 1675 m di altezza, a due passi dal confine svizzero, la Cascata del Toce compie un salto di ben 143 m e offre uno spettacolo incantevole da ammirare costituendo una delle principali attrazioni della valle.

cascata-toce

La Cascata del Toce nasce dal fiume Toce, il principale corso d’acqua della Val d’Ossola, che dà vita al Lago di Morasco, un bacino artificiale situato a monte della cascata, a 1815 m di altezza. Le acque di questo lago, la cui diga fu realizzata nel 1930 dalla società Edison, vengono utilizzate per il funzionamento della centrale idroelettrica di Ponte e, per questo motivo, la cascata non è visibile tutto l’anno, ma solamente nel periodo che va da giugno a settembre e soltanto in alcune ore della giornata. Consulta qui gli orari aggiornati.

cascata-toce

COME RAGGIUNGERE LA CASCATA DEL TOCE

Il modo migliore per vedere da vicino la Cascata del Toce è avvicinarsi alla sua base percorrendo l’ampio sentiero che parte poco dopo la chiesetta della Madonna delle Grazie, in località Frua, poco prima della galleria lungo la SS 659. Per comodità puoi impostare qui il navigatore.

Da qui parte un facile percorso pianeggiante, immerso nel verde e adatto a tutti, che in circa 10 minuti conduce ai piedi della cascata. La cascata, vista da questa prospettiva, è un vero e proprio spettacolo della natura.

cascata-toce
cascata-toce

Risaliti in auto si può ora proseguire per circa 2 km per raggiungere la sommità della cascata in uno dei punti più famosi e fotografati. Qui troviamo un ampio parcheggio libero in cui lasciare l’auto e raggiungere così il balconcino in legno proteso sopra il salto d’acqua.

La costruzione gialla alle spalle del balconcino è un edificio storico, nato come albergo nel 1863 per ospitare gli appassionati di escursioni in montagna che venivano qui a Formazza. Venne successivamente restaurato in stile art déco dall’architetto Portaluppi nel 1927. Oggi i piani superiori sono privati e destinati ad uso abitativo mentre, al pian terreno, si trova un bar/ristorante e un negozio di prodotti tipici locali.

IL VILLAGGIO DI RIALE E IL LAGO DI MORASCO

Se si viene in visita alla Cascata del Toce non si può assolutamente non fare visita al piccolo Villaggio di Riale, la frazione più a nord del Piemonte situata a 1718 m di altitudine.

Riale rappresenta uno dei più antichi insediamenti creati dal popolo walser che raggiunsero la Val d’Ossola dal vicino Canton Vallese attraverso il Passo del Gries. La Val Formazza, in passato, ha rappresentato un’importante via di commercio. Passava da qui, infatti, la Via del Sale, una mulattiera che attraversava il Passo del Gries per raggiungere la vicina Lombardia. Qui in Val Formazza vi era l’unica colonia walser confinante con il Goms, la terra di origine di questa popolazione germanica.

Riale è il paradiso per gli escursionisti e, in inverno, per gli amanti dello sci di fondo, delle ciaspole e dello sci d’alpinismo. Da Riale partono infatti molte escursioni e passeggiate adatte anche a chi è poco allenato. La più famosa è quella che permette di effettuare il giro del Lago di Morasco.

cascata-toce

Morasco era un antico villaggio di Formazza, sommerso tra gli anni 1930 e 1940, dalle acque del bacino idroelettrico. Nel 1940 venne infatti completata la diga di Morasco, con il suo muraglione in calcestruzzo che delimita un bacino della capacità di 24 milioni di metri cubi di acqua.

Qui un tempo vi era un piccolo villaggio abitato solamente più nel periodo estivo. Di Morasco oggi rimane solo il ricordo ma, fino a qualche tempo fa, era ancora possibile scorgere il campanile dell’oratorio dedicato a Sant’Anna e San Lorenzo che si trovava nel villaggio. A ricordo della chiesa del paese di Morasco, fu eretta nel 1950, al culmine della collina erbosa sovrastante l’omonimo villaggio, la chiesetta dedicata alla Madonna della Neve, oggi incastonata tra le verdi montagne della Val Formazza.

cascata-toce

Con partenza da Riale sono possibili anche escursioni più impegnative come quella che conduce al Lago Castel, al Rifugio Maria Luisa, al Passo San Giacomo in Svizzera o al Lago del Sabbione.

Ti è piaciuta questa passeggiata alla scoperta dalla Cascata del Toce in Val Formazza?
Mettile un “mi piace” e seguimi anche su Instagram e Facebook per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Ora, non ti resta che preparare lo zaino e partire all’avventura.

A presto.

Potrebbe anche piacerti

I prodotti che ti consiglio

Ho selezionato per te una serie di prodotti utili per praticare escursionismo in sicurezza e comfort. 

Ciao, mi chiamo Monica, sono nata nel 1987 e vivo in provincia di Torino, in un paesino del Canavese. Ho la passione per le gite fuori porta – soprattutto nella mia Regione – per le escursioni in montagna, le passeggiate nei borghi alpini e i viaggi all’estero. Mi piace vedere posti nuovi, gente nuova, conoscere e vivere culture diverse dalla mia. Ma mi piace anche stare in solitudine nella natura, respirare aria fresca e ascoltare i suoni della montagna.

Seguimi sui social

Una risposta

  1. Descrizione perfetta, una piccola precisione la chiesetta sotto la cascata da cui parte il sentiero è dedicata a “Madre della Speranza”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla newsletter di raccontapassi

SARAI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’

Vieni con noi?