Cerca
Close this search box.

Ciaspolata ad anello La Magdeleine – Chamois per il Col Pilaz

CONDIVIDI IL POST

Un suggestivo giro ad anello in Valtournenche, una valle laterale della Valle d’Aosta, un itinerario al cospetto del Cervino, tra antichi e silenziosi villaggi e paesaggi innevati.

Questa ciaspolata ha come punto di partenza da poco sopra La Magdeleine, un piccolo villaggio di montagna (il più piccolo paese della Valtournenche) collocato nella media Valle del Cervino e circondata da vaste foreste.

Da qui raggiungeremo Chamois a 1800 m di altitudine, “Perla delle Alpi”, titolo che premia i comuni montani più virtuosi per sostenibilità ambientale e mobilità dolce. Un luogo senza tempo, dove non circolano automobili: si tratta infatti dell’unico comune in Italia non accessibile in auto. Chamois si può infatti raggiungere solo a piedi da La Magdeleine o in funivia partendo da Buisson.

anello-magdeleine-chamois

Prima di arrivare a Chamois raggiungeremo l’Alpe Valery e il Col Pilaz dove avremo una magnifica vista sul Cervino innevato. Qui si trova anche una delle famose Big Bench: una delle tante panchine giganti opera dell’artista statunitense Chris Bangle.

Proseguiremo poi per l’Alpe Charey e l’Alpe Champlong con i suoi caratteristici laghetti ghiacciati. Da qui, un ultimo tratto, ci farà giungere a Chamois e poi chiudere il nostro anello tornando poco sotto il punto di partenza dove abbiamo lasciato le nostre auto.

anello-magdeleine-chamois

Raggiungiamo il villaggio de La Magdeleine e proseguiamo lungo la strada (seguendo le indicazioni per Chamois) fino al termine della stessa (in inverno una sbarra blocca l’accesso in prossimità di uno slargo adibito a parcheggio).


Lasciata la nostra auto negli spazi blu a pagamento iniziamo la nostra ciaspolata seguendo le indicazioni per la panchina gigante. Per comodità puoi impostare qui il navigatore. I parcheggi adiacenti al punto di partenza del sentiero sono a pagamento. Per info clicca qui.

Proseguiamo seguendo per un buon tratto la pista che viene battuta regolarmente. Alle indicazioni per “Grande Panchina” abbandoniamo la strada e ci immettiamo su sentiero che ci porta nei pressi dell’Alpe Valery dove finalmente la vista si apre sulla valle e sulle montagne circostanti.

anello-magdeleine-chamois

Un tratto in netta salita ci porta successivamente a raggiungere il Col Pilaz a 1975 m dove la vista finalmente si apre magnifica sul Cervino. E’ qui che si trova la Panchina Gigante n.125 (la prima della valle d’Aosta).

anello-magdeleine-chamois

Dal Col Pilaz proseguiamo verso destra (verso sinistra arriveremmo a Chamois ma con percorso più breve) e saliamo nel bosco innevato, sempre su traccia battuta.

anello-magdeleine-chamois

Il primo tratto è in netta pendenza, all’interno di un bel bosco di larici e poi, superata una radura con vista sul Monte Tantané, la pendenza diventa più dolce fino a raggiungere l’Alpe Charey superiore a quota 2170 m.

anello-magdeleine-chamois

Da qui un altro tratto in decisa salita ci porta all’Alpe Champlong e ai numerosi laghetti che la circondano che noi purtroppo non vediamo in quanto ricoperti dalla neve. Consiglio di seguire bene le tracce battute e i paletti segnavia e di non avventurarsi lungo i pendii innevati in quanto i laghi non sono visibili.

anello-magdeleine-chamois

Da questo punto in poi, tranne qualche lieve salita, la traccia sarà tutta in piano o in discesa, su larga strada, prima tra ampi pendii e poi nel bosco.

Seguiamo la traccia e costeggiamo il fiume fino all’Alpe Les Corts e da qui, in discesa nel bosco, raggiungiamo Chamois attraversando un bel ponte in legno e inoltrandoci in paese.

anello-magdeleine-chamois
anello-magdeleine-chamois

Qui vi consiglio un giro in paese facendo visita alla piccola piazzetta con la chiesa e il municipio e di gironzolare tra le viuzze del paese.

anello-magdeleine-chamois

Tornati al ponte in legno prendiamo la strada alla nostra destra e iniziamo la nostra lunga ciaspolata di rientro per chiudere l’anello. Nel primo tratto la vista è magnifica sul borgo di Chamois. Proseguiamo per circa 1 ora scarsa incontrando un piccolo parco giochi per bambini, un’area attrezzata e, sempre seguendo la traccia battuta giungiamo sulla strada asfaltata.

Risaliamo quindi fino ad incontrare il parcheggio auto e terminare così il nostro giro ad anello.

anello-magdeleine-chamois

Ti è piaciuta questa Ciaspolata ad anello La Magdeleine – Chamois per il Col Pilaz ?

Seguimi su Instagram e Telegram per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Se ti stai preparando per la tua prima escursione in montagna ti lascio qualche consiglio per partire preparato.

Spero che anche tu possa trovare nella montagna una grande Maestra di vita!

A presto.

Richiedimi la traccia gpx del percorso lasciandomi un commento in fondo a questo articolo. La riceverai via e-mail quanto prima. 

0
PASSI A/R

Partecipa alle nostre escursioni guidate di gruppo

I prodotti che ti consiglio

Ho selezionato per te una serie di prodotti utili per praticare escursionismo in sicurezza e comfort. 

Partecipa alle nostre escursioni guidate di gruppo

Potrebbe anche piacerti

I prodotti che ti consiglio

Ho selezionato per te una serie di prodotti utili per praticare escursionismo in sicurezza e comfort. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy