Il Castel Savoia e la passeggiata della Regina

CONDIVIDI IL POST

Castel Savoia si trova a Gressoney-Saint-Jean, in Valle d’Aosta, a 1350 m di altitudine. Realizzato per volere dalla Regina Margherita di Savoia che era solita soggiornare qui a Gressoney nel periodo estivo.

Posto in posizione spettacolare e molto panoramica, il castello si colloca in località Belvedere e da qui domina tutta la vallata e l’intero ghiacciaio del Lyskamm (che fa parte della catena montuosa del Monte Rosa) su cui si ha una vista mozzafiato. 

Qui, tra i boschi di località Belvedere, la Regina Margherita, nel 1899, decise di far costruire questa residenza che l’avrebbe ospitata nei periodi estivi.

castel-savoia

Progettato dall’architetto della Real Casa Emilio Stramucci e sotto la supervisione della regina, il castello venne ultimato nel 1904, in soli cinque anni di lavoro. Oltre al castello venne costruita anche una foresteria chiamata Villa Belvedere, il Romitaggio Carducci (in onore del poeta spesso ospite della Regina) e venne anche allestito un vasto parco.

Per l’epoca, la costruzione era assolutamente all’avanguardia in quanto vi erano già presenti termosifoni, acqua riscaldata, illuminazione elettrica e un collegamento con binario sotterraneo per mettere in comunicazione la sala da pranzo alle cucine collocate invece in un edificio separato.

castel-savoia
castel-savoia

Il castello si presenta come una costruzione fiabesca, esatata da cinque torrette laterali. Mentre l’esterno si presenta sobrio, l’interno è invece riccamente decorato da pitture e arredi in stile medievale. Molto frequenti sono anche i richiami al fiore della margherita, nome della regina.

Del castello si visitano ad oggi due piani. La visita inizia dal pianterreno dove ad accogliere il visitatore vi è un maestoso scalone in legno di rovere intagliato. Era l’accesso principale al piano nobile.

Qui al pianterreno si trovava la sala da pranzo, la sala giochi, la panoramica veranda e dei bellissimi salottini. Per i visitatori, l’accesso al piano nobile, avviene oggi dalla scala a chiocciola ricavata all’interno della torre di guardia.

Al piano superiore si possono invece visitare gli appartamenti reali destinati a Re Umberto I, la camera da letto della regina, il bagno privato, un boudoir e la stanza da letto del principe ereditario Umberto II.

castel-savoia
castel-savoia

Al piano superiore è stata anche allestita una piccola mostra con ritratti e fotografie di lei e dei Savoia. Scopriamo qui la grande passione della regina per la montagna e per l’escursionismo. La vediamo infatti immortalata in numerose fotografie mentre pratica escursionismo con bastoncini da trekking o slitta.

Castel Savoia fu per lei punto di partenza per numerose escursioni soprattutto sul ghiacciaio del Monte Rosa che era solita raggiungere con l’amico e barone Luigi Beck Peccoz.

A lei è stato dedicato il rifugio più alto d’Europa che si trova proprio sul ghiacciaio, a 4554m di altitudine: la Capanna Regina Margherita, dove la regina pernottò nel 1893, anno dell’inaugurazione.

castel-savoia
castel-savoia

La dimora ospitò la regina circondata da dame di compagnia, intellettuali e poeti (come il Carducci) e dal nipotino Umberto II fino al 1925, anno della sua morte. Il cugino, nonché marito, Umberto I, non vide mai l’ultimazione dei lavori poiché fu assassinato il 29 luglio 1900.

Dopo l’acquisto nel 1937 da parte dell’industriale milanese Ettore Moretti, il castello divenne proprietà della Regione Autonoma alle d’Aosta nel 1981. 

Ai piedi del castello, su un pendio, vi è il Giardino Botanico Alpino Castel Savoia, un bellissimo giardino roccioso inaugurato nel 1990, che si estende su una superficie di circa 1000 mq.

Il parco e gli esterni di Castel Savoia sono visitabili liberamente mentre si può accedere all’interno del castello solamente tramite visita guidata.

Puoi consulare QUI giorni, orari di apertura e prezzi.

castel-savoia

Dal Castel Savoia parte una bella e facile passeggiata, chiamata la passeggiata della Regina. E’ il sentiero che percorreva la Regina Margherita di Savoia partendo dal suo castello fino alla frazione Tschemenoal. La passeggiata è lunga circa 3km e con un dislivello di circa 132 metri.

Il sentiero passa dal Lago Gover, a pochi passi dal centro storico di Gressoney-Saint-Jean, un lago di origine artificiale, circondato da pini, abeti e un grande parco verde, un posto ideale per rilassarsi.
In inverno invece è possibile praticare pattinaggio sulle sue acque ghiacciate.

castel-savoia

Ti è piaciuta questa passeggiata?

Seguimi su Instagram e Telegram per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Se ti stai preparando per la tua prima escursione in montagna ti lascio qualche consiglio per partire preparato.

Spero che anche tu possa trovare nella montagna una grande Maestra di vita!

A presto.

Partecipa alle nostre escursioni guidate di gruppo

Partecipa alle nostre escursioni guidate di gruppo

Potrebbe anche piacerti

6 risposte

  1. La Valle d’Aosta è l’unica regione italiana che non ho mai visitato e mi affascina un sacco! Esteriormente pensavo fosse meno recente questo castello, ma lo trovo comunque magnifico sia fuori sia dentro, ci credo che la Regina Margherita fece costruire la sua residenza estiva in questo bellissimo luogo!

  2. La scorsa estate anche io ho avuto finalmente occasione di visitare Castel Savoia, un luogo da sogno che che annovero tra i castelli più belli di tutta la Valle d’Aosta. La figura di Margherita di Savoia in particolare mi ha colpita per quanto interessante sia stata la sua vita e per il suo estremo amore per la montagna e per tutta la Valle.

    1. Hai ragione. La Regina Margherita ha alle spalle una storia davvero interessante. E questo suo castello è davvero magico. A presto.

  3. Ho visto questo castello in un film molto popolare ambientato nel periodo di Natale; me ne sono innamorata e mi piacerebbe tantissimo visitarlo e vedere con i miei occhi tanta bellezza. Speriamo di poterlo fare presto!

  4. Ciao, sarà perché mi chiamo Margherita, ma…. questo castello mi affascina molto! Mi farò portare appena avrò occasione, chissà che per un giorno mi sentiró anche io una regina. Grazie, ti seguo sempre con molto interesse!

    1. Ciao Margherita! È davvero un castello pieno di fascino che ti permette di sognare a occhi aperti! Grazie che mi segui sempre! A presto e buone passeggiate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

uno × tre =

Iscriviti alla newsletter di raccontapassi

SARAI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’