Il Castello di Fénis e la Piana di Clavité

CONDIVIDI IL POST

Share on facebook
Share on twitter
Share on reddit
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Share on whatsapp
Share on print

Oggi visitiamo gli interni del Castello di Fénis, il suo piccolo borgo e la bellissima e incontaminata Piana di Clavité.

Il Castello di Fénis è uno dei castelli medievali meglio conservati d’Italia. La sua doppia cinta muraria merlata, le torri e le eleganti pitture presenti al suo interno, lo rendono un castello particolarmente scenografico. Si pensa infatti che non sia nato per scopi difensivi ma come sede amministrativa della famiglia Challant-Fénis.

Quello che possiamo visitare oggi è però il risultato di una serie di restauri e ricostruzioni avvenute negli anni. Dopo gli Challant, che lo abitarono fino al 1716, passò infatti nelle mani del Conte Baldassarre Castellar di Saluzzo Paesana che, in seguito a numerose vicissitudini, lo porterà ad un lento degrado e abbandono. Diventerà successivamente una casa rurale. Nel 1895 venne acquistato da Alfredo d’Andrade, restaurato e donato allo Stato.

Castello di Fenis

Il castello presenta una doppia cinta muraria che racchiude al suo interno un corpo centrale con al centro un cortile completamente affrescato e numerose torri quadrate e cilindriche che lo rendono il castello medievale per eccellenza. Prenotate una visita guidata e ammirate i suoi interni, ne rimarrete affascinati.

Interni del Castello di Fenis

Se andate in visita al Castello di Fénis non potete non fare un salto nel bellissimo Borgo di Fénis e nella Piana di Clavité. La Val Clavité è una valle incontaminata e poco frequentata, una vera oasi di pace e silenzio. La Piana si raggiunge percorrendo in auto la strada asfaltata da Misérègne fino a Cerise.

Da qui, lasciata l’auto, possiamo fare delle belle passeggiate rilassanti lungo tutto il pianoro, ammirando i bellissimi boschi che lo incorniciano, le baite e gli alpeggi e goderci il paesaggio seduti sulle sponde del piccolo laghetto.

Oppure è possibile fare delle escursioni più impegnative, come quella che porta al bivacco Borroz, al Lac de Mézove o raggiungere Punta Tersiva o il Mont Glacier.

Piana del Clavité

Se sei alla ricerca di un altro bellissimo castello ti consiglio la visita al Castel Savoia, uno dei più famosi in Valle d’Aosta.

Ti è piaciuta questa passeggiata?
Mettile un “mi piace” e seguimi anche su Instagram e Facebook per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Ora, non ti resta che preparare lo zaino e partire all’avventura.

A presto.

Potrebbe anche piacerti

Ciao, mi chiamo Monica, sono nata nel 1987 e vivo in provincia di Torino, in un paesino del Canavese. Ho la passione per le gite fuori porta – soprattutto nella mia Regione – per le escursioni in montagna, le passeggiate nei borghi alpini e i viaggi all’estero. Mi piace vedere posti nuovi, gente nuova, conoscere e vivere culture diverse dalla mia. Ma mi piace anche stare in solitudine nella natura, respirare aria fresca e ascoltare i suoni della montagna.

Seguimi sui social

2 risposte

  1. Ho sentito tanto parlare di questo castello e ne sono affascinata sinceramente! La Valle d’Aosta è una delle poche regione italiane che non ho ancora avuto modo di visitare e spero di poterlo fare presto 😊

    1. Merita davvero. Le cose da vedere e le escursioni da fare in Valle d’Aosta sono davvero tantissime. C’è n’è per tutti i gusti, avrai l’imbarazzo della scelta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *