Visita all’Abbazia di Staffarda

CONDIVIDI IL POST

Share on facebook
Share on twitter
Share on reddit
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Share on whatsapp
Share on print

L’Abbazia di Staffarda è uno dei grandi monumenti medioevali del Piemonte, si trova a Staffarda di Ravello, in provincia di Cuneo, in una bellissima pianura ai piedi del “Re di Pietra”, il maestoso Monviso.

Fondata tra il 1122 ed il 1138 sul territorio dell’antico Marchesato di Saluzzo, fu il riferimento della vita politica e sociale del territorio per molto tempo. I monaci dell’Ordine Cistercense costruirono qui la chiesa abbaziale, il chiostro, la foresteria e un mercato coperto. Qui avvenivano gli scambi e le raccolte dei prodotti coltivati nelle campagne circostanti.

Nel 1690 i Francesi invasero l’Abbazia distruggendo l’archivio, la biblioteca, parte del chiostro e del refettorio. Successivamente, con l’aiuto di Vittorio Amedeo II, vennero effettuati i lavori di restauro. Nel 1750, Papa Benedetto XIV, dichiarò l’Abbazia ed i suoi patrimoni proprietà dell’Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro.

Abbazia Staffarda

Oggi dell’intero complesso possiamo fare visita alla Chiesa di Santa Maria in stile romanico-gotico con la bellissima facciata bianca e rossa. Scopriamo che un tempo non aveva il portone d’accesso in facciata in quanto era frequentata solo dai monaci che vi accedevano direttamente dal chiostro.

Bellissimo è anche il chiostro, cuore del monastero attorno a cui si svolgeva tutta la vita comunitaria dell’abbazia; sono molto interessanti da visitare anche il refettorio, la Sala Capitolare, la Sala di Lavoro e la foresteria.

Gli altri edifici costituiscono il cosiddetto “concentrico”, e sono il borgo, il mercato coperto sulla piazza antistante l’Abbazia e le cascine.

Chiostro Abbazia Staffarda

La visita all’Abbazia di Staffarda non è guidata ma vi verrà data un’audioguida che vi sarà utilissima e vi spiegherà le funzioni originali di tutte le sale che visiteremo. La visita dura all’incirca un’ora.

Se facciamo una gita da queste parti non dimentichiamoci di andare a visitare il bellissimo borgo di Saluzzo, sempre in provincia di Cuneo. Se sei curioso ne parlo qui.

Ti è piaciuta questa visita all’Abbazia di Staffarda?
Mettile un “mi piace” e seguimi anche su Instagram e Facebook per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Ora, non ti resta che preparare lo zaino e partire all’avventura.

A presto.

Potrebbe anche piacerti

Ciao, mi chiamo Monica, sono nata nel 1987 e vivo in provincia di Torino, in un paesino del Canavese. Ho la passione per le gite fuori porta – soprattutto nella mia Regione – per le escursioni in montagna, le passeggiate nei borghi alpini e i viaggi all’estero. Mi piace vedere posti nuovi, gente nuova, conoscere e vivere culture diverse dalla mia. Ma mi piace anche stare in solitudine nella natura, respirare aria fresca e ascoltare i suoni della montagna.

Seguimi sui social

Una risposta

  1. Ho una vera passione per le Abbazie cistercensi, tutte così belle e così facilmente riconoscibili. Non sapevo dell’esistenza di Staffarda e ti ringrazio per avermela fatta conoscere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *