Oasi Zegna: la Conca dei Rododendri

CONDIVIDI IL POST

Share on facebook
Share on twitter
Share on reddit
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Share on whatsapp
Share on print

Oasi Zegna: la Conca dei Rododendri

La Conca dei Rododendri si trova all’interno del parco naturale dell’Oasi Zegna, a Biella, a circa 5 chilometri dal centro di Trivero in Località Baso e, tra maggio e giugno, si trasforma in un’esplosione di colori.  

Sono proprio i rododendri, con la loro infinita varietà di colori, a dare il nome al primo tratto dell’Oasi Zegna e ad accogliere il visitatore lungo la Panoramica Zegna.

La parola Rododendro deriva dal greco e significa “albero delle rose”. Originario dell’Himalaya, trova qui, sulle pendici delle Alpi biellesi, un ambiente ideale per vivere. Ed è proprio qui che Ermenegildo Zegna ha messo a dimora centinaia di rododendri provenienti dal Belgio nell’ambito di un importante progetto di valorizzazione territoriale che ha previsto la piantumazione di oltre 500.000 conifere, azalee, dalie e ortensie.

conca-rododendri-zegna

La fisionomia attuale del luogo si deve all’architetto paesaggista Pietro Porcinai che progettò la conca intorno agli anni ’60, direttamente sul territorio, senza ricorrere a disegni in studio. Diede le direttive per riordinare adeguatamente il terreno, tracciò alcuni sentieri e fece disporre le piante in base alla dimensione e alle sfumature di colore.

Creò così uno spazio verde aperto a tutti, un giardino in mezzo alle montagne, meta di brevi e piacevoli passeggiate. Faggi rossi, frassini, spiree, erica e camelie colorano la conca durante tutto l’anno, fino all’accendersi dei colori autunnali in occasione del foliage. 

conca-rododendri-zegna

Recentemente la Conca dei Rododendri è stata implementata dall’architetto Paolo Pejrone che ha aggiunto ciliegi da fiore e ha modificato i percorsi, creandone anche uno accessibile ai disabili.

Nella parte inferiore della Conca si trova l’opera di Dan Graham “Tho Way Mirror / Hedge Arabesque” realizzata per il progetto di arte contemporanea “All’Aperto”: una struttura in acciaio e vetro a rifrazione differenziata avvolge i visitatori in un gioco di riflessi, moltiplicandone gli sguardi sul paesaggio.

conca-rododendri-zegna
conca-rododendri-zegna

Per giungere alla Conca è possibile percorrere facili sentieri. Arrivando da Trivero e percorrendo la Panoramica Zegna si incontrano diversi punti di accesso tramite sentieri immersi in boschi di faggi e conifere che portano in pochi minuti alla zona della fioritura.

In Località Caruccia, raggiungibile sempre percorrendo la Panoramica Zegna, si trova un’area pic-nic attrezzata con tavoli e panche, un parco giochi e i servizi igienici. Da qui parte anche un sentiero idoneo ai disabili che porta direttamente alla Conca.

Per giungere comodamente la conca vi consiglio di lasciare la vostra auto nel parcheggio libero situato in Località Craviolo, raggiungibile percorrendo la Panoramica Zegna in direzione di Bielmonte. Una volta parcheggiata l’auto, si arriva alla conca tramite un comodo e facile sentiero nel bosco. 

Per raggiungere il parcheggio puoi importare qui il navigatore.

conca-rododendri-zegna

Ogni anno, soprattutto durante il periodo di maggiore fioritura, la Conca dei Rododendri ospita eventi culturali, spettacoli teatrali e concerti e vengono organizzate una serie di passeggiate con guide che illustrano il fenomeno della fioritura.

A circa 30km dalla Conca dei Rododendri puoi visitare la Riserva Naturale del Parco Burcina Felice Piacenza. Si tratta di un grande parco pubblicovisitabile tutto l’anno e famoso e molto frequentato soprattutto verso fine maggio per ammirare la sua coloratissima conca dei rododendri. 

conca-rododendri-zegna
oasi-zegna-cosa-fare

Ti è piaciuta questa passeggiata alla scoperta della Conca dei Rododendri in Oasi Zegna?
Mettile un “mi piace” e seguimi anche su Instagram e Facebook per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Se ti stai preparando per la tua prima escursione in montagna ti lascio qualche consiglio per partire preparato.

Spero che anche tu possa trovare nella montagna una grande Maestra di vita!

A presto.

Potrebbe anche piacerti

Ciao, mi chiamo Monica, sono nata nel 1987 e vivo in provincia di Torino, in un paesino del Canavese. Ho la passione per le gite fuori porta – soprattutto nella mia Regione – per le escursioni in montagna, le passeggiate nei borghi alpini e i viaggi all’estero. Mi piace vedere posti nuovi, gente nuova, conoscere e vivere culture diverse dalla mia. Ma mi piace anche stare in solitudine nella natura, respirare aria fresca e ascoltare i suoni della montagna.

Seguimi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla newsletter di raccontapassi

SARAI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’

Vieni con noi?