Pian della Regina, Pian del Re e le Sorgenti del Po

CONDIVIDI IL POST

Pian della Regina, Pian del Re e le Sorgenti del Po

Pian del Re e Pian della Regina, ai piedi del Monviso, sono il cuore pulsante del Parco del Monviso e dell’Alta Valle Po. Meta in tutte le stagioni di escursionisti, sciatori e famiglie che trovano in questi luoghi le mete ideali per le loro giornate di immersione nella natura tra sport, svago e paesaggi incontaminati.

In questo mio articolo ti spiego come arrivare al Pian della Regina e al Pian del Re, come raggiungere le Sorgenti del Fiume Po e le escursioni e le passeggiate che non ti puoi assolutamente perdere in questa magnifica zona.

pian-del-re-regina (1)

Da Crissolo, il maggior centro turistico della Valle Po e comune più alto dell’intera vallata, raggiungibile comodamente in auto attraverso la Strada Provinciale 234, troviamo il Pian della Regina (o Pian Melzè), un pianoro a 1780 m di altitudine.

Pian Melzé, in lingua occitana significa “bosco di larici” ma è comunemente noto come Pian della Regina, un nome che gli venne attribuito quando fu dato il nome al Pian del Re in modo da omaggiare anche la moglie di Francesco I di Francia, Claudia di Valois-Orléans. 

Pian della Regina è una meta molto frequentata durante il periodo invernale, in quanto consente di cimentarsi con lo sci e con altre attività invernali anche per bambini. Qui si trova infatti il Comprensorio sciistico Crissolo-Pian della Regina, la più importante stazione sciistica dell’Alta Valle Po.

Nella stagione estiva invece, Pian della Regina, è il punto di partenza ideale per escursioni e passeggiate adatte a grandi e bambini.  

Nel pianoro si trova anche un rifugio in cui gustare piatti tipici o trascorrere la notte.  A Pian della Regina è possibile campeggiare con le tende e con i camper in piazzole apposite.

pian-del-re-regina (1)

Proseguendo in auto per pochi chilometri, o a piedi attraverso un comodo sentiero di circa 1 h e 320m di dislivello, si giunge al Pian del Re, un pianoro a 2020 m di quota. Considerato il cuore del Parco del Monviso e famoso per ospitare le Sorgenti del Po, il fiume più lungo d’Italia.

Una volta giunti a Pian del Re potete decidere se proseguire lungo i sentieri per raggiungere le diverse mete al cospetto del Monviso come gli stupendi Laghi Fiorenza e Chiaretto, i rifugi in quota, il famoso il Buco di Viso, il Viso Mozzo oppure cimentarvi nel trekking del Monviso, un magnifico tour di più giorni al cospetto del “Re di Pietra”.

Se invece preferite rilassarvi potete raggiungere in circa 5 minuti di passeggiata pianeggiante le Sorgenti del Fiume Po che sgorga da una roccia segnalata dalla scritta “Qui nasce il Po”. Il sentiero ha inizio nei pressi del parcheggio ed è ben segnalato da cartellonistica.

pian-del-re-regina (1)

Da qui, se si vuole fare ancora qualche passo è possibile proseguire e raggiungere il Lago Fiorenza attraverso un comodo sentiero che conduce a destinazione in circa 30 minuti. Il Lago Fiorenza è un lago di origine glaciale, color verde smeraldo, piuttosto profondo e ricco di pesci. Il Pian del Re ha ricevuto il riconoscimento come Riserva della Biosfera Transfrontaliera del Monviso, ed è un habitat particolare, caratterizzato da torbiere e laghi dove vive la rarissima Salamandra nera di Lanza.

Proseguendo dal Lago Fiorenza si può raggiungere il sovrastante Lago Chiaretto attraverso una camminata di circa 40 minuti su sentiero a tratti un po’ ripido. Il Lago Chiaretto si trova incastonato in una profonda conca che si raggiunge con una ripida discesa. Questo lago, di colore turchese, deve la sua particolare colorazione al minerale smaragdite presente nelle pietre verdi del Monviso, che sono qui confluite nel corso degli anni. 

Dal Lago Chiaretto è possibile proseguire per compiere l’anello dei 4 laghi del Monviso che noi abbiamo avuto modo di fare. Qui puoi trovare la descrizione completa dell’itinerario.

Dal Pian del Re puoi anche raggiungere il Rifugio Quintino Sella, una delle strutture più antiche (fu infatti inaugurato il 23 luglio 1905) e frequentate delle nostre Alpi. Da Pian del Re partono moltissimi altri sentieri e percorsi più o meno impegnativi. Si può ad esempio raggiungere il Rifugio Giacoletti a quota 2741 m oppure cimentarsi nel “Giro del Monviso”, un trekking che richiede da 2 a 5 giorni di cammino, a seconda dell’allenamento degli escursionisti.

pian-del-re-regina (1)

Pian del Re, essendo una località molto frequentata, in estate, quando la strada è aperta (viene chiusa in inverno, da ottobre a giugno circa in base all’innevamento), il parcheggio nel pianoro è a pagamento, al costo di 10 € al giorno. In questo periodo è anche attivo un servizio navetta che collega Crissolo con Pian del Re.

La prenotazione è obbligatoria presso l’ufficio turistico di Crissolo da effettuarsi al numero +39 371 4126266 nell’orario di apertura dell’ufficio (8.30-12.00 e 14.00-18.00).

———————–

Di ritorno da Pian della Regina non dimenticarti di fare una passeggiata tra le case del piccolo borgo di Sale Umberto (Salubert) il cui nome pare derivi da “sal vert” (sale aperto). Essendo il primo centro abitato del versante italiano posto sulla via del sale, era il luogo di sosta e dogana del sale estratto in Francia.

Spero di averti lasciato qualche spunto e suggerimento utile ed interessante per le tue escursioni qui in Valle Po e nel Parco del Monviso. Ora non ti resta che preparare lo zaino e partire. Il Monviso ti aspetta!

Partecipa alle nostre escursioni guidate di gruppo

Potrebbe anche piacerti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy