Punta Regina e Colle Ranzola da Estoul

CONDIVIDI IL POST

Con quest’escursione raggiungiamo il Colle Ranzola, importante ed antico valico tra Brusson e Gressoney-Saint-Jean, partendo da Estoul (frazione di Brusson) e percorrendo un facile tracciato immerso in ampi e verdissimi paesaggi.

Dal colle, su cui si trova una piccola cappella e una statua della Madonna, raggiungeremo Punta Regina, una montagna posta sullo spartiacque tra la Valle di Gressoney (Lys) e la Val d’Ayas (Évançon). Quest’ultimo tratto presenta un sentiero leggermente sconnesso e che sale con una pendenza piuttosto marcata.

punta-regina-colle-ranzola (1)

Per raggiungere Colle Ranzola e Punta Regina occorre giungere a Estoul, in Val d’Ayas, e seguire le indicazioni per gli impianti di Palasina. Una volta superati i parcheggi degli impianti si prosegue su strada (prima asfaltata e poi sterrata) per circa 1,6 km fino a Pra Balmasse Inferiore. Qui i cartelli ci indicano che è vietato proseguire oltre con la propria auto. Parcheggiamo quindi nell’ampio slargo a bordo strada. Da qui lo sguardo comincia a spaziare dal Colle Ranzola a Punta Regina (montagna a forma di panettone situata davanti a noi).   

Per raggiungere Pra Balmasse Inferiore puoi impostare qui il navigatore.

punta-regina-colle-ranzola (1)
punta-regina-colle-ranzola (1)

Da questo punto inizia una bella e facile camminata immersi nel verde e su strada sterrata (sentiero n.7) che non presenta eccessive pendenze e adatta anche a chi è poco allenato. Si tratta di una carrabile sterrata di servizio per i vari alpeggi posti ai piedi del Colle Ranzola. Seguiamo il corso della strada senza mai deviare e dopo tre tornanti arriviamo nei pressi della baita dell’Alpe Fenetre, a quota 2080 m.

punta-regina-colle-ranzola (1)
punta-regina-colle-ranzola (1)

Poco prima dell’alpeggio abbandoniamo la strada per imboccare un sentiero che prosegue a mezzacosta e che, con una lieve salita, ci porta a giungere al Colle Ranzola. Dalla nostra partenza a qui abbiamo impiegato circa 1 h.

punta-regina-colle-ranzola (1)

Siamo a quota 2170 m e qui, oltre ad avere una stupenda vista sulla Val d’Ayas e sul Monte Bianco, è presente una piccola cappella che funge anche da riparo, una statua della Madonna e la targa che ricorda la salita effettuata dallo scrittore russo Lev Tolstoj che la cita nei suoi diari.

punta-regina-colle-ranzola (1)
punta-regina-colle-ranzola (1)

Tolstoij, nel 1857, transitò infatti in Valle d’Aosta per raggiungere la Svizzera. Il 20 giugno salì al Colle Ranzola partendo da Gressoney, scendendo poi a Brusson e proseguendo verso Saint Vincent.

punta-regina-colle-ranzola (1)

Il valico è stato in passato molto frequentato. In particolare veniva utilizzato dagli emigranti valsesiani diretti verso la Savoia e la Francia che raggiungevano il Colle Ranzola per proseguire per il Col de Jox, oltrepassare la città di Aosta e salire al Colle del Piccoo San Bernardo.

Tra il Settecento e l’Ottocento il crinale nei pressi del punto di valico venne fortificato con un muro a secco (ancora in parte visibile) dalle truppe austro-russe impegnate nelle ostilità con l’esercito francese guidato da Napoleone.

punta-regina-colle-ranzola (1)

Per raggiungere Punta Regina, da Colle Ranzola, proseguiamo verso destra, seguendo il sentiero (n.7A) che corre a fianco del muretto in pietra a secco.

Il sentiero sale ora ripido in un bosco di conifere, seguendo il costone nel primo tratto per poi spianare portandosi alla base del ripido crinale erboso che conduce a Punta Regina. Da qui un ultimo tratto di risalita (che a tratti presenta un terreno friabile) ci conduce in cima dove si trova un ometto di pietre.

La punta prende il nome dalla Regina Margherita di Savoia che, partendo da Gressoney, raggiunse la vetta nel 1898. Dalla cima il panorama spazia a 360 gradi sulla Valle d’Ayas, la Valle di Gressoney ed il massiccio del Monte Rosa.

La discesa avviene per la stessa via percorsa all’andata.

val-ayas-cosa-fare

Ti è piaciuta questa escursione al Punta Ranzola e Colle della Regina?

Seguimi su Instagram e Telegram per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Se ti stai preparando per la tua prima escursione in montagna ti lascio qualche consiglio per partire preparato.

Spero che anche tu possa trovare nella montagna una grande Maestra di vita!

A presto.

Richiedimi la traccia gpx del percorso lasciandomi un commento in fondo a questo articolo. La riceverai via e-mail quanto prima. 

0
PASSI A/R

Partecipa alle nostre escursioni guidate di gruppo

I prodotti che ti consiglio

Ho selezionato per te una serie di prodotti utili per praticare escursionismo in sicurezza e comfort. 

Partecipa alle nostre escursioni guidate di gruppo

Potrebbe anche piacerti

I prodotti che ti consiglio

Ho selezionato per te una serie di prodotti utili per praticare escursionismo in sicurezza e comfort. 

2 risposte

  1. Ciao, grazie per tutti questi spunti per le escursioni .
    Ti chiedo se puoi inviarmi anche la traccia GPX. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quattro × 3 =

Iscriviti alla newsletter di raccontapassi

SARAI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’