Rifugio Monte Thabor da Grange di Valle Stretta. La nostra notte in tenda

CONDIVIDI IL POST

Da Grange di Valle Stretta raggiungiamo il Rifugio Monte Thabor. Qui passeremo la notte all’interno della nostra tenda da trekking e sulle sponde del Lac Rond.

rifugio-monte-thabor (10)

La Valle Stretta si colloca tra il comune di Névache (Francia) e il comune di Bardonecchia (Italia). La valle termina a Grange di Valle Stretta, valico che la mette in comunicazione con Modane e la Maurienne. Un territorio che passò alla Francia dopo il trattato di Parigi del 1947. Una piccola parte d’Italia in territorio francese.

Conosciuta anche come “Vallée Etroite”, è una valle incontaminata e selvaggia, ricca di laghi, boschi, alpeggi e prati in cui poter fare passeggiate ed escursioni immersi nella natura e nella pace assoluta. È una valle che inizia “stretta”, a Pian del Colle, a pochi chilometri dal comune di Bardonecchia, e termina ampia e aperta non appena si esce dal bosco. 

Qui le montagne sono composte da una ricca varietà di rocce tra le quali dolomie e calcari dolomitici, e per questa ragione sono anche note come le “Dolomiti di Valle Stretta”. 

rifugio-monte-thabor (10)

Oggi partiremo da qui, da dove termina la strada percorribile in auto, e raggiungeremo il Rifugio Monte Thabor, a quota 2505 metri. Qui passeremo la notte all’interno della nostra tenda da trekking e sulle sponde del Lac Rond. Sarà la nostra seconda notte in tenda in alta montagna, siamo super impazienti di iniziare la nostra avventura, di arrivare a destinazione e di e goderci un magnifico tramonto ai piedi del Mont Cheval Blanc.

Vi spiego ora nel dettaglio come raggiungere il Rifugio Monte Thabor partendo da Grange di Valle Stretta e toccando anche il suggestivo Lac du Peyron.

rifugio-monte-thabor (10)

Raggiungiamo Bardonecchia e seguiamo le indicazioni per Melezet e successivamente per Grange di Valle Stretta. Superiamo il campeggio di Pian del Colle, lungo la Strada Provinciale Melezet di Bardonecchia e continuano seguendo una strada asfaltata che, con diversi tornanti, si inoltra nella valle, attraversando ampi prati e boschi attrezzati ad aree pic-nic.

Un tempo, la Valle Stretta, era poco conosciuta e poco frequentata, mentre oggi (soprattutto durante i week-end estivi) viene letteralmente presa d’assalto da famiglie che cercano semplici passeggiate e da escursionisti che si cimentano invece in escursioni più impegnative. 

Raggiunto il parcheggio delle Grange della Valle Stretta (5 km da Pian del Colle) si lascia l’auto e può proseguire solamente più a piedi o in mountain bike. Il parcheggio è a pagamento (€ 3,00 al giorno).

In inverno la strada è chiusa alle auto da Pian del Colle. Leggi qui per avere ulteriori dettagli.

rifugio-monte-thabor (10)

Proseguiamo seguendo la strada, inoltrandoci nella piccola frazione Grange di Valle Stretta, superiamo il Rifugio I Re Magi e la piccola chiesetta. Davanti a noi svetta imponente il Massiccio del Grand Seru, alto 2889m.

rifugio-monte-thabor (10)

La strada in breve diventerà sentiero che, con alcune decise salite, ci condurrà nuovamente sulla strada sterrata. Proseguiamo sempre dritto, ignorando la deviazione per il Lago Verde (un bellissimo lago dal verde smeraldo) e continuando a seguire la strada che sale dolcemente e attraversa un bosco di larici. Arrivati a Pian della Fonderia proseguiamo dritto, seguendo le indicazioni per il Refuge du Thabor.

Qui la strada lascia definitivamente posto al sentiero che inizia a salire a tratti più decisi su alcuni punti rocciosi fino ad un ampio pianoro erboso dove la vista finalmente si apre sulle montagne circostanti e sulla Valle Stretta.

rifugio-monte-thabor (10)

Proseguendo ora in leggera salita si giunge al Lago dei Girini e successivamente al Plaine de Tavernette un verdissimo pianoro adibito a pascolo. Da qui proseguiamo verso destra, seguendo il sentiero che sale abbastanza ripido e che, in alcuni tratti, si presenta un po’ sconnesso.

rifugio-monte-thabor (10)
rifugio-monte-thabor (10)

Da qui si raggiunge successivamente il Col de la Vallée Etroite, passo alpino posto a 2438 m, dove svetta una croce di legno ai piedi di un piccolo laghetto ormai prosciugato.

rifugio-monte-thabor (10)

Seguendo ora le indicazioni per il Rifugio Monte Thabor, in poco più di 15 minuti, si raggiunge finalmente il rifugio e i vicinissimi Lac Rond e Lac Long.

rifugio-monte-thabor (10)
rifugio-monte-thabor (10)

Intorno ai laghi troviamo già tante tende di escursionisti pronti per trascorrere qui la loro notte. Noi ci concediamo in terrazza del rifugio una fresca birra artigianale della Maurienne e ci prepariamo per passare la notte illuminati solo dalle stelle.

In alternativa è possibile passare la notte in rifugio in dormitori da 7 a 13 posti. È consigliata la prenotazione.

rifugio-monte-thabor (10)
rifugio-monte-thabor (10)

La mattina successiva decidiamo di deviare leggermente il percorso del ritorno e, una volta scesi al Col de la Vallée Etroite, invece che percorrere il sentiero dell’andata, decidiamo di seguire la traccia che porta verso destra che, con diversi saliscendi, conduce in circa 1h al Lac di Peyron, un bellissimo specchio d’acqua posto in una stupenda conca.

rifugio-monte-thabor (10)

Una volta raggiunto il lago si torna al Plaine de Tavernette continuando lungo il sentiero alla nostra sinistra e prendendo come punto di riferimento il torrente che va costeggiato fino al pianoro.

Dal Lago al Plaine de Tavernette sono necessari circa 40 minuti di camminata.

Da qui in poi si segue la via percorsa all’andata che condurrà nuovamente a Grange della Valle Stretta.

rifugio-monte-thabor (10)

Ti è piaciuta questa escursione al Rifugio Monte Thabor da Grange di Valle Stretta?

Seguimi su Instagram e Telegram per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Se ti stai preparando per la tua prima escursione in montagna ti lascio qualche consiglio per partire preparato.

Spero che anche tu possa trovare nella montagna una grande Maestra di vita!

A presto.

0
PASSI A/R

Partecipa alle nostre escursioni guidate di gruppo

I prodotti che ti consiglio

Ho selezionato per te una serie di prodotti utili per praticare escursionismo in sicurezza e comfort. 

Partecipa alle nostre escursioni guidate di gruppo

Potrebbe anche piacerti

I prodotti che ti consiglio

Ho selezionato per te una serie di prodotti utili per praticare escursionismo in sicurezza e comfort. 

3 risposte

  1. Ciao, fatto lo scorso anno in giornata ma pernottare ai laghi nei pressi del rifugio è un’ottima cosa; secondo me, se posso dire, valeva la pena il secondo giorno salire al col des battailleres perché ne vale veramente la pena.

    1. Hai ragione! Infatti i nostri programmi erano di continuare e giungere sul Thabor ma le previsioni meteo erano brutte e non ci siamo fidati! Torneremo sicuramente!!!

  2. Ciao, quindi, in totale quanto ci si impiega da Grange di Valle Stretta al rifugio Thabor? Articolo molto utile e interessante! 😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

dodici − dodici =

Iscriviti alla newsletter di raccontapassi

SARAI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’