Il Rifugio Vaccarone dal Colle del Moncenisio per il Bivacco Clapier

CONDIVIDI IL POST

Share on facebook
Share on twitter
Share on reddit
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Share on whatsapp
Share on print

Il Rifugio Vaccarone è situato nel comune di Giaglione, in Val di Susa, a 2743 m di quota, nei pressi del suggestivo Lago dell’Agnello. Si tratta di un rifugio storico costruito nel maggio del 1900 dal Cai di Torino e successivamente ceduto al Cai di Chiomonte. È dedicato all’Avv. Luigi Vaccarone che, nel 1863, fu tra i 200 fondatori del Club Alpino Italiano.

L’accesso al rifugio è possibile da diversi itinerari. Si può infatti salire da Exilles, da Giaglione, da Chiomonte o dal Colle del Moncenisio.

In quest’articolo ti spiegherò come arrivare al rifugio partendo dal Colle del Piccolo Moncenisio, ovvero dal Colle del Moncenisio, la via più breve e con meno dislivello.

rifugio-vaccarone

Raggiunto il Colle del Moncenisio, si prosegue fino al Rifugio Piccolo Moncenisio. Qui si lascia l’auto e si prosegue a piedi, seguendo le indicazioni per Il Lac de Savine e il Refuges Avanza et Vaccarone.

rifugio-vaccarone

Proseguendo lungo il sentiero, dopo circa 1h, si incontra per primo il Lac Perrin Inferiore e successivamente il Lac Perrin Superiore.

rifugio-vaccarone

Continuando a seguire le indicazioni per il Refuges Avanza et Vaccarone, dopo circa 1.15 h  giungiamo nei pressi del Lac de Savine posizionato nella bellissima omonima conca.

lago-savine-moncenisio

Costeggiato il Lac de Savine non ci resta che seguire le indicazioni per il Col Clapier che raggiungiamo in circa 20 minuti su percorso quasi totalmente in piano. Attraversato un brevissimo passaggio attrezzato con corde arriviamo finalmente in vista del Bivacco Clapier, inconfondibile per la sua forma esagonale.

rifugio-vaccarone

Se necessiti di dettagli più precisi su questa prima parte di percorso puoi leggere i miei articoli dedicati su come raggiungere il Lac del Savine e il Bivacco Clapier.

Dal Bivacco Clapier (che abbiamo raggiunto in circa 3 h) procediamo in discesa seguendo la traccia erbosa che ci conduce nella Piana di Clapier. Attraversato il Rio Clapier, seguiamo la segnaletica che ci indica il sentiero n. 806 per il Rifugio Vaccarone.

rifugio-vaccarone

Continuiamo a seguire gli ometti di pietra e la traccia che ci conduce verso sinistra, sul versante che guarda verso la Val Clarea. Qui il sentiero si fa decisamente in salita e con alcuni ripidi tornanti dove occorre fare un po’ di attenzione, giungiamo finalmente nei pressi di un grande pilastro di pietre.

Qui si apre di fronte a noi un’ampia radura erbosa con diversi ricoveri in stato di abbandono. Da qui i cartelli ci indicano che distiamo solamente più 25 minuti dal rifugio.

rifugio-vaccarone

Proseguiamo quindi nuovamente in salita fino al Ricovero del Gias e poi verso la vallata sovrastante dove sorge il Rifugio Vaccarone a quota 2741 m, nella conca dell’Ambin, con una vista mozzafiato sul Ghiacciaio dell’Agnello. Dal Bivacco Clapier a qui abbiamo impiegato circa 1.30h.

rifugio-vaccarone

Il rifugio dispone di 15 posti letto in un’unica camerata e offre una cucina semplice e tipica di montagna. È aperto solitamente da metà Giugno a metà Settembre.

Di fronte al Rifugio Vaccarone sorge il Bivacco Sibille, aperto liberamente solo nei periodi di chiusura del rifugio e può ospitare fino a 12 persone.

A circa 10 minuti da qui vi è il suggestivo Lago dell’Agnello a quota 2768 m, che merita sicuramente una visita.

rifugio-vaccarone

Per il ritorno si può seguire la stessa via percorsa all’andata oppure effettuare un giro ad anello che prevede però il ritorno seguendo la “Via Alpinistica” ovvero un tracciato che presenta, nella prima parte, un passaggio tra un ripido canalino attrezzato per circa 20 metri da funi che aiutano e ne facilitano il transito. 

Essendo un tracciato segnato come EE mi sento di consigliarlo solamente agli escursionisti esperti anche se non presenta comunque punti esposti.

rifugio-vaccarone

Per scendere da qui, occorre seguire il sentiero in leggera salita che parte dal retro del rifugio e arriva nei pressi di una bandiera. Si scende successivamente questo tratto più ripido e poi si continua tra rocce fino ad arrivare alla conca nei pressi dei Laghi Clapier.

rifugio-vaccarone

Attraversato il rio si giunge in breve alla Piana di Clapier, già incontrata lungo il tragitto percorso all’andata. Da qui si risale nuovamente verso il Bivacco Clapier. Dal Rifugio Vaccarone al bivacco abbiamo impiegato circa 1h.

Ora non ci resta che percorrere a ritroso la strada dell’andata che ci riporterà in circa 2.30 h al Rifugio Piccolo Moncenisio dove abbiamo lasciato l’auto. 

bivacco clapier-moncenisio

Ti è piaciuta questa escursione al Rifugio Vaccarone dal Colle del Moncenisio?
Mettile un “mi piace” e seguimi anche su Instagram e Facebook per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Se ti stai preparando per la tua prima escursione in montagna ti lascio qualche consiglio per partire preparato.

Spero che anche tu possa trovare nella montagna una grande Maestra di vita!

A presto.

0
PASSI A/R

I prodotti che ti consiglio

Ho selezionato per te una serie di prodotti utili per praticare escursionismo in sicurezza e comfort. 

Potrebbe anche piacerti

I prodotti che ti consiglio

Ho selezionato per te una serie di prodotti utili per praticare escursionismo in sicurezza e comfort. 

Ciao, mi chiamo Monica, sono nata nel 1987 e vivo in provincia di Torino, in un paesino del Canavese. Ho la passione per le gite fuori porta – soprattutto nella mia Regione – per le escursioni in montagna, le passeggiate nei borghi alpini e i viaggi all’estero. Mi piace vedere posti nuovi, gente nuova, conoscere e vivere culture diverse dalla mia. Ma mi piace anche stare in solitudine nella natura, respirare aria fresca e ascoltare i suoni della montagna.

Seguimi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla newsletter di raccontapassi

SARAI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’

Vieni con noi?