Sentiero per la cima Rocca Sella da Celle

CONDIVIDI IL POST

Share on facebook
Share on twitter
Share on reddit
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Share on whatsapp
Share on print

Le escursioni che conducono verso punti panoramici sono le mie preferite anche se solitamente le trovo le più faticose. Vedere il paesaggio dall’alto ti fa sentire piccolo piccolo ma allo stesso tempo ti sembra di dominare il mondo. E’ quello che solitamente succede a me!
Oggi voglio quindi portarvi con me su Rocca Sella per ammirare un panorama a 360 gradi sulla Val di Susa, sulla città di Torino e sulle Alpi.

Rocca Sella

Iniziamo la nostra escursione verso il Rocca Sella lasciando l’auto nei pressi della Chiesa di Celle, dove troviamo un comodo parcheggio. Da qui raggiungiamo il Ristoro Rocca Sella e imbocchiamo il sentiero alla sua destra che sale ripido nei boschi e che, in breve tempo, ci riporta sulla strada asfaltata. La percorriamo per pochi metri andando verso sinistra. Con un po’ di attenzione, se spostiamo il nostro sguardo verso l’alto, intravediamo già la nostra meta. Piccola piccola, la cima ci sembra lontanissima!

Al lavatoio in frazione Comba inizia la mulattiera n. 575 che ci porterà al Rocca Sella. Le indicazioni sono, per tutto il tragitto, molto chiare. La mulattiera sale a tratti ripidi e a tratti più dolci, permettendoci quindi di prendere fiato senza doverci fermare. Il giorno prima ha nevicato e a terra troviamo neve fresca, ma prima di noi è già passata parecchia gente quindi troviamo la strada un po’ spianata e, tranne per alcuni tratti un po’ scivolosi, non facciamo molta fatica nella salita.

sentiero iniziale Rocca Sella

Superato il primo bivio mantenendo la sinistra, continuamo a salire nel bosco e al secondo bivio seguiamo le indicazioni per il Monte Sapei. In circa 40 minuti siamo al Colle Arponetto, il nostro ultimo bivio, e da qui, in una ventina di minuti su sentiero abbastanza impervio e poco agevole anche per via della neve, arriviamo a destinazione.

Rocca Sella

Sulla cima del Rocca Sella, o Monte Caprasio, troviamo un piccolo santuario sempre aperto e una statua della Madonna. Da quassù la vista toglie il fiato.
Verso ovest abbiamo la Val di Susa, tra i Monti dell’Orsiera e il Rocciamelone, a nord le Valli di Lanzo e il Col del Lys e verso est il Musinè con dietro Torino e la pianura canavesana. Sotto di noi, non distanti, scorgiamo i Laghi di Avigliana e la Sacra di San Michele.

Rocca Sella

Un’alternativa per raggiungere la cima è prendere il sentiero chiamato ” Via Tramontana”, tenendo la destra al primo bivio incontrato durante la salita. E’ un modo più veloce e diretto per arrivare, ma attraversa alcuni punti più ripidi ed impervi. Testare queso percorso alternativo è un ottimo pretesto per tornare!

Ti è piaciuta l’escursione al Rocca Sella?
Mettile un “mi piace” e seguimi anche su Instagram e Facebook per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Se ti stai preparando per la tua prima escursione in montagna ti lascio qualche consiglio per partire preparato.

Spero che anche tu possa trovare nella montagna una grande Maestra di vita!

A presto.

Potrebbe anche piacerti

Ciao, mi chiamo Monica, sono nata nel 1987 e vivo in provincia di Torino, in un paesino del Canavese. Ho la passione per le gite fuori porta – soprattutto nella mia Regione – per le escursioni in montagna, le passeggiate nei borghi alpini e i viaggi all’estero. Mi piace vedere posti nuovi, gente nuova, conoscere e vivere culture diverse dalla mia. Ma mi piace anche stare in solitudine nella natura, respirare aria fresca e ascoltare i suoni della montagna.

Seguimi sui social

13 risposte

  1. Comincio ad apprezzare i percorsi di trekking, ma non ne ho ancora intrapreso uno. Questo mi sembra forse un pò impegnativo per chi è alla prima esperienza, e credo che occorra comunque un minimo di preparazione. Seguendoti imparerò qualcosa in più sulla montagna!

    1. Sono felice che riesca a trasmettere la mia passione! Quest’escursione non è particolarmente impegnativa però necessita comunque di un po’ di allenamento. Quando vuoi iniziare non esitare a scivermi così posso darti qualche consiglio, magari su un percorso facile e di breve durata! A presto!

  2. Anche io adoro i sentieri panoramici e anche io li trovo più faticosi 😀 Metafora della vita? Li farei tutti comunque, compreso questo che non conoscevo. Bellissimo il piccolo santuario!

  3. Leggere di escursioni come questa mi fa sentire vecchia; non ho più l’allenamento o la forma fisica per fare queste scampagnate e per affrontare percorsi troppo lunghi o troppo ripidi. Vorrà dire che mi accontenterò di guardare le tue stupende foto!

  4. Non sono una grande camminatrice soprattutto quando il terreno comincia a diventare salita. Cambio idea se ad aspettarmi in cima mi aspetta un rifugio con delizie culinarie della zona. In ogni caso, è piacevole leggere di questi percorsi meravigliosi e sono felice che voi lo facciate per me, evitandomi la fatica.

  5. A me piace fare trekking, ma devo ammettere che non l’ho mai fatto in montagna, e mi sembra più impegnativo e che necessiti di più attrezzatura e preparazione. Mi informerò, perchè gli itinerari che proponi sono splendidi e i paesaggi favolosi e voglio provare!

  6. Piacciono tanto anche a me i punti panoramici così ampi. Non sono molto esperta nel trekking ma mi piacerebbe provare. È difficile il percorso per una principiante? ?

    1. No, non è difficile, solamente l’ultimo tratto sale abbastanza ripido. Se sali con calma, pian pianino arrivi senza problemi!

  7. Solitamente non sono una patita di escursionismo, ma ultimamente mi sto appassionando a qualche “trekking più leggero” ahah… i tuoi racconti comunque fanno venir davvero voglia di intraprendere questi percorsi, per le emozioni che ti regalano! Chissá che non ci faccia un pensierino 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *