Anello Cima Bossola

CONDIVIDI IL POST

Share on facebook
Share on twitter
Share on reddit
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Share on whatsapp
Share on print

Cima Bossola si trova in Valchiusella, a Rueglio, a quota 1510 m. È una fantastica terrazza panoramica la cui vista spazia, da un lato, sulla Valchiusella e sull’Anfiteatro Morenico d’Ivrea mentre, dall’altro lato, sulla pianura del torinese, sulla collina su cui spicca la Basilica di Superga e su tutta la catena alpina occidentale. Una cima quindi molto panoramica ma nel contempo facile da raggiungere.

Noi abbiamo percorso un giro ad anello molto suggestivo che ci ha permesso di raggiungere la cima dal Colletto di Bossola e poi di proseguire per arrivare al Rifugio Cima Bossola dove abbiamo fatto una gustosa sosta a base di prodotti tipici locali.

Prepariamo quindi gli zaini e partiamo per la nostra escursione di oggi!

cima-bossola

Raggiungiamo Trausella e seguiamo le indicazioni per Inverso (frazione di Vico Canavese) procedendo lungo Via Maestra. Arriviamo a un bivio con un cartello che indica di svoltare a sinistra per Cima Bossola e Nostra Signora di Palestina; lo ignoriamo e andiamo invece a destra.

Da qui la strada continua a salire ripida con diversi tornanti incontrando ampi prati, baite, alcune abbandonate, e diverse malghe. Proseguiamo fino a quando la strada non diventa sterrata e, al primo slargo, possiamo lasciare l’auto e continuare a piedi.

cima-bossola

Iniziamo a camminare lungo la strada sterrata in salita che dop oun paio di tornanti ci porta al panoramico Colletto di Bossola, a quota 1327 m.

cima-bossola

Da qui proseguiamo su sentiero, andando verso sinistra e seguendo la cresta che si alza di fronte a noi; successivamente il sentiero continuerà a mezza costa, sul versante esposto a nord.

cima-bossola

Procedendo si incrocia il sentiero che sale da Rueglio, teniamolo a mente perché dovremo imboccarlo più avanti, per proseguire il nostro giro ad anello. Dal pianoro in cui ci troviamo ora, intravediamo già, piccola piccola, la croce posta su Cima Bossola. La raggiungiamo seguendo la cresta che sale con una pendenza abbastanza marcata fino alla croce, posta a quota 1510 m. Dal punto di partenza a qui abbiamo impiegato all’incirca 1 h.

cima-bossola
cima-bossola

Ci troviamo su una fantastica terrazza panoramica la cui vista spazia, da un lato, sulla Valchiusella e sull’Anfiteatro Morenico d’Ivrea mentre, dall’altro lato, sulla pianura del torinese, sulla collina su cui spicca la basilica di Superga e su tutta la catena alpina occidentale.

Dalla cima torniamo ora indietro fino al pianoro incontrato all’andata e scendiamo lungo il sentiero sulla destra che ci porta a raggiungere in pochi minuti le baite denominate Tre Cascine e, poco sotto, Case Bossola.

cima-bossola

Da qui continuiamo il nostro giro ad anello andando verso sinistra, ora su strada sterrata.

cima-bossola

A un certo punto si stacca un sentiero sulla sinistra che permette di tagliare rispetto allo sterrato e di giungere in pochi minuti al Rifugio Cima Bossola.

cima-bossola

Seguendo invece la strada si giunge alla Statua di Nostra Signora di Palestina, alta circa 8 metri, che domina l’intera Valchiusella.

Raggiunto il rifugio si prosegue sul sentiero che passa sul retro e si inoltra in un bosco, arrivando alle baite abbandonate di Case Colla. Da qui il sentiero risale a sinistra a mezzacosta riportandoci al Colletto di Bossola da cui, seguendo la via percorsa all’andata, si giunge nuovamente alla macchina.

cima-bossola
cima-bossola

La salita a Cima Bossola può essere fatta anche partendo dal Rifugio Cima Bossola e seguendo, a ritroso, la strada sterrata o i sentieri.

Se fai questo giro ad anello nel mese di maggio potrai ammirare i prati della frazione di Inverso completamente ricoperti di bianchissimi narcisi. Se sei amante dei fiori sarà un’esperienza unica!

cima-bossola

Quella verso Cima Bossola è un’escursione molto suggestiva anche nel periodo invernale, purché muniti di ciaspole in caso di neve fresca e non battuta.

Ti è piaciuta questa escursione?
Mettile un “mi piace” e seguimi anche su Instagram e Facebook per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Se ti stai preparando per la tua prima escursione in montagna ti lascio qualche consiglio per partire preparato.

Spero che anche tu possa trovare nella montagna una grande Maestra di vita!

A presto.

0
PASSI A/R

Potrebbe anche piacerti

Ciao, mi chiamo Monica, sono nata nel 1987 e vivo in provincia di Torino, in un paesino del Canavese. Ho la passione per le gite fuori porta – soprattutto nella mia Regione – per le escursioni in montagna, le passeggiate nei borghi alpini e i viaggi all’estero. Mi piace vedere posti nuovi, gente nuova, conoscere e vivere culture diverse dalla mia. Ma mi piace anche stare in solitudine nella natura, respirare aria fresca e ascoltare i suoni della montagna.

Seguimi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla newsletter di raccontapassi

SARAI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’