Come raggiungere le Cascate di Stroppia e il Lago Niera

CONDIVIDI IL POST

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on reddit
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Share on whatsapp
Share on print

Le Cascate di Stroppia si trovano in alta Valle Maira, più precisamente in località Chiappera, nel comune di Acceglio, in provincia di Cuneo, e si raggiungono percorrendo una parte del Sentiero Dino Icardi, un’alpinista scomparso nel 1988.

Con un salto di ben 500 metri, sono le cascate più alte d’Italia e confluiscono nelle acque del torrente Niera. È un’escursione che ti consiglio di fare in tarda primavera, inizio estate, quando raggiungono il pieno della loro bellezza, per poi quasi scomparire in estate inoltrata, quando il livello del lago sovrastante si abbassa.

Le Cascate di Stroppia sono ben visibili già dal parcheggio, dove lascerai l’auto per iniziare il percorso che ti porterà a oltrepassarle su una passerella in legno e sormontarle per arrivare al Lago Niera da cui nascono.

cosa-fare-valle-maira

Acceglio è l’ultimo comune dell’alta Valle Maira e il suo territorio confina con la Francia. È sicuramente uno degli angoli più suggestivi della Valle ed è percorso da una fitta rete di sentieri. Un piccolo angolo di mondo selvaggio, un paradiso per l’escursionista.

La partenza di questo percorso avviene da Chiappera, frazione di Acceglio, più precisamente poco dopo il Rifugio Campo Base, in località Ponte delle Fie, che si raggiunge lungo una strada sterrata che taglia in piano a fianco del torrente. Poco più avanti si trovano alcuni spiazzi per parcheggiare.

Il percorso per il primo tratto segue la sterrata fino ad incontrare, sulla sinistra, l’indicazione per il Rifugio Stroppia e quindi l’inizio del Sentiero Dino Icardi segnato con tacche giallo/azzurre.

cascate-stroppia-lago-niera

Prendiamo quindi il sentiero che sale passando tra radi larici e si fa via via sempre più tortuoso e a tratti ripido. È un sentiero quasi completamente esposto al sole, senza grandi punti d’ombra, quindi in una giornata estiva soleggiata il caldo si farà sicuramente sentire. Continuiamo a salire fino a giungere all’altezza del salto centrale delle Cascate di Stroppia dove proseguiamo fino a raggiungere il piccolo ripiano erboso del Lac Ars.

Inizia ora un punto in salita su ghiaia piuttosto ripido e un po’ faticoso, poi dovremo superare un crinale roccioso piuttosto sdrucciolevole e impegnativo che ci porterà poco dopo ad attraversare due torrenti e dove il sentiero diventa scavato nella roccia. Questa è, a mio avviso, l’unica parte dell’escursione un po’ più difficile e per cui bisogna prestare particolare attenzione. In tarda primavera e inizio estate l’acqua dei ruscelli invaderà sicuramente la mulattiera rendendola scivolosa e il sentiero qui, anche se largo e in un tratto munito di corda, è decisamente a strapiombo. Prestiamo quindi molta attenzione, soprattutto se soffriamo di vertigini.

Cascate-di Stroppia-lago-niera

Dopo circa 1 ora e 40 minuti di cammino raggiungiamo finalmente il Rifugio Stroppia a quota 2260 m. Lo troviamo chiuso, le chiavi dovrebbero essere disponibili presso il bar di Chiappera. Al suo interno 12 posti letto. Da quassù la vista è magnifica, sotto di noi intravediamo il borgo di Chiappera piccolo piccolo e la fantastica Rocca Castello.

Proseguiamo ora sul sentiero e in brevissimo tempo arriviamo ai piedi del salto superiore delle Cascate di Stroppia, che attraversiamo su di una passerella in legno

cascate-stroppia-lago-niera

Proseguiamo ora sul sentiero e in brevissimo tempo arriviamo ai piedi del salto superiore delle Cascate di Stroppia, che attraversiamo su di una passerella in legno.

Continuando la salita per circa 15 minuti, eccoci finalmente nel Vallonasso di Stroppia. Da qui scendiamo per un piccolo tratto e raggiungiamo le rive del Lago Niera, posto sulla terrazza che sovrasta le cascate.

Cascate-di Stroppia-lago-niera
cascate-stroppia-lago-niera-bivacco

Chi è allenato e ha ancora voglia di proseguire può raggiungere il Bivacco Barenghi a quota 2815 m e poi scendere con un percorso ad anello e tornare a Chiappera.

Al ritorno non dimenticatevi di fare una breve sosta al piccolo borgo di Chiappera, conservato e ristrutturato in modo straordinario, mantenendone l’architettura locale e dominato dallo sperone del Gruppo Castello-Provenzale, il paradiso degli scalatori.

cascate-stroppia-lago-niera
cascate-stroppia-lago-niera

Se vuoi scoprire altre escursioni e passeggiate che puoi fare Valle Maira leggi il mio articolo su cosa fare in Valle Maira.

anello-rocca-la-meja

Ti è piaciuta questa escursione alle Cascate di Stroppia e al Lago Niera?
Mettile un “mi piace” e seguimi anche su Instagram e Facebook per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Se ti stai preparando per la tua prima escursione in montagna ti lascio qualche consiglio per partire preparato.

Spero che anche tu possa trovare nella montagna una grande Maestra di vita!

A presto.

Potrebbe anche piacerti

Ciao, mi chiamo Monica, sono nata nel 1987 e vivo in provincia di Torino, in un paesino del Canavese. Ho la passione per le gite fuori porta – soprattutto nella mia Regione – per le escursioni in montagna, le passeggiate nei borghi alpini e i viaggi all’estero. Mi piace vedere posti nuovi, gente nuova, conoscere e vivere culture diverse dalla mia. Ma mi piace anche stare in solitudine nella natura, respirare aria fresca e ascoltare i suoni della montagna.

Seguimi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla newsletter di raccontapassi

SARAI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’