Pian dell’Orso dall’Alpe Fumavecchia – Villar Focchiardo

CONDIVIDI IL POST

Share on facebook
Share on twitter
Share on reddit
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Share on whatsapp
Share on print

Pian dell’Orso è un passo non automobilistico, a quota 1850m, che collega la Val di Susa con la Val Sangone. Si trova nel comune di Villar Focchiardo, in provincia di Torino, a poca distanza dal confine con Coazze, all’interno del Parco Naturale Orsiera – Rocciavrè, ed è quindi raggiungibile da due vallate differenti.

Nell’ampio pianoro erboso di Pian dell’Orso, in posizione panoramica, sorge la chiesetta/bivacco dedicata alla Madonna della Neve, mentre, a pochi minuti dal pianoro si trova Punta dell’Orso a quota 1906m.

In questo articolo vi spiego come raggiungere Pian dell’Orso partendo dal Casotto dell’Alpe Fumavecchia, ovvero da Villar Focchiardo, in Val di Susa. L’escursione è facile e breve ma regala paesaggi unici.

pian-orso-susa

Raggiunta Villar Focchiardo, si seguono le indicazioni per la Certosa di Montebenedetto. La strada da percorrere è asfaltata quasi fino l’Alpe Fumavecchia Inferiore ma un po’ stretta e tutta curve per parecchi chilometri. Consiglio quindi di procedere con prudenza.

pian-orso-susa

Raggiunto il bivio per la Certosa (dopo circa 8km dal centro di Villar Focchiardo) si può decidere se lasciare l’auto negli ampi parcheggi a bordo strada e incamminarsi lungo i sentieri nel bosco (o seguendo la strada), oppure proseguire ancora in auto e raggiungere (con circa 3 km) l’Alpe Fumavecchia Inferiore. All’Alpe Fumavecchia Inferiorie, da giugno a settembre è possibile acquistare prodotti tipici caseari locali.

pian-orso-susa

Qui all’alpe termina la strada asfaltata e le condizioni del battuto stradale, in alcuni punti e soprattutto a inizio della bella stagione, non sono ottimali. Consiglio di valutare sul momento la percorribilità in auto.

Se si decide di lasciare l’auto e proseguire a piedi, dall’Alpe Fumavecchia Inferiore occorre seguire la strada che in circa 3,5 km e un dislivello di circa 260 metri, porta al Casotto dell’Alpe Fumavecchia, a quota 1670m.

pian-orso-susa

Nei pressi del Casotto, ben segnalato, parte un sentiero, a tratti ripido, che si inoltra nel bosco e che porta in circa 40-45 minuti al pianoro di Pian dell’Orso, a quota 1850m.

pian-orso-susa

Qui ad attenderci troviamo la caratteristica chiesetta della Madonna della Neve e un ampio pianoro erboso, ideale per una giornata rilassante distesi al sole o per un pic-nic rigenerante sull’erba.

Secondo una leggenda, la costruzione della chiesetta avvenne intorno al 1841 su volere di Montabone Antonio, un abitante di Villar Focchiardo che la fece erigere in seguito ad un voto.

pian-orso-susa
pian-orso-susa

Da qui, in circa 5 minuti e con una breve salita si raggiunge Punta dell’Orso a quota 1906 m, dove vi è una piccola croce con una targa. Da qui la vista spazia ancora più ampia dalla Val di Susa alla Val Sangone.

pian-orso-susa

Dal pianoro, volendo proseguire, è possibile raggiungere il Colle del Vento, a quota 2231m. Leggi qui il mio articolo con i dettagli del percorso.

Per il ritorno dal Pian dell’Orso al Casotto Fumavecchia seguiamo la stessa via percorsa all’andata e non dimentichiamoci, una volta ripresa l’auto,  di fare una deviazione per visitare la Certosa di Montebenedetto, uno tra i più importanti monumenti della Valle di Susa.

pian-orso-susa

Ti è piaciuta questa escursione a Pian dell’Orso?
Mettile un “mi piace” e seguimi anche su Instagram e Facebook per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Se ti stai preparando per la tua prima escursione in montagna ti lascio qualche consiglio per partire preparato.

Spero che anche tu possa trovare nella montagna una grande Maestra di vita!

A presto.

0
PASSI A/R

I prodotti che ti consiglio

Ho selezionato per te una serie di prodotti utili per praticare escursionismo in sicurezza e comfort. 

Potrebbe anche piacerti

I prodotti che ti consiglio

Ho selezionato per te una serie di prodotti utili per praticare escursionismo in sicurezza e comfort. 

Ciao, mi chiamo Monica, sono nata nel 1987 e vivo in provincia di Torino, in un paesino del Canavese. Ho la passione per le gite fuori porta – soprattutto nella mia Regione – per le escursioni in montagna, le passeggiate nei borghi alpini e i viaggi all’estero. Mi piace vedere posti nuovi, gente nuova, conoscere e vivere culture diverse dalla mia. Ma mi piace anche stare in solitudine nella natura, respirare aria fresca e ascoltare i suoni della montagna.

Seguimi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla newsletter di raccontapassi

SARAI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’

Vieni con noi?