Cima Mares e Monte Soglio da Balmassa di Alpette

CONDIVIDI IL POST

Share on facebook
Share on twitter
Share on reddit
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Share on whatsapp
Share on print

Cima Mares si trova a quota 1653 m, in provincia di Torino, tra i comuni di Sparone, Alpette e Canischio, i cui territori convergono sulla sua cima.

È una cima molto panoramica e la si può raggiungere partendo da Canischio (ti spiego qui il percorso), da Alpette (con partenza da frazione Balmassa o da frazione Nero) oppure da frazione Ronchi San Bernardo di Cuorgnè.

Da Cima Mares è possibile scendere per raggiungere la vicina chiesetta/bivacco di San Bernardo di Mares e successivamente proseguire la salita per arrivare (in circa 1.20h) al Monte Soglio, a quota 1971 m dove, anche da qui, la vista è veramente unica e mozzafiato.

Il Monte Soglio si trova invece tra i comuni di Corio, Forno Canavese, Pratiglione e Sparone, i cui territori convergono sulla cima. È possibile raggiungerlo quindi da diversi itinerari. Il più frequentato e conosciuto è sicuramente quello che parte da Pian Audi di Corio, nelle Valli di Lanzo, in alternativa lo si può raggiungere dal Santuario dei Milani di Forno Canavese oppure da Alpette

Ti spiego ora nel dettaglio la mia escursione verso Cima Mares e Monte Soglio partendo da Balmassa, frazione di Alpette, paesino all’inizio della Valle Orco.

monte-soglio-mares

Raggiungiamo località Balmassa e lasciamo l’auto al termine della strada, in un ampio slargo.

Per comodità puoi impostare qui il navigatore.

Qui seguiamo il sentiero n.501 con le indicazioni per Cima Mares e Monte Soglio, iniziando quindi a salire inoltrandoci in un fitto bosco di faggi e betulle.

monte-soglio-mares

In circa 30 minuti raggiungiamo La Bassa, a quota 1490 m, un ampio pianoro erboso adibito a pascolo. Qui la traccia si biforca e noi seguiamo il sentiero n.456A, con le indicazioni per Cima Mares, ignorando il sentiero quasi in piano che prosegue invece a mezzacosta verso sinistra che ci porterebbe alla Chiesa di San Bernardo di Mares senza passare dalla cima. Teniamolo però a mente perché lo percorreremo al ritorno.

monte-soglio-mares

Da La Bassa prendiamo quindi il sentiero verso destra che sale lungo un ampio pendio e che ci porta, in meno di mezz’ora, in vetta a Cima Mares dove troviamo un’alta croce e un pilone di pietre. Oggi la giornata è serena e da qui il panorama è veramente bello. La vista spazia a 360 gradi sul massiccio del Gran Paradiso, sulle Levanne e Punta Quinseina, sulle cime della Valchiusella e, sotto di noi, la vista va sulla Valle Orco e sulla pianura del Canavese.

monte-soglio-mares

Lasciata la cima prendiamo ora il sentiero in discesa lungo il crinale erboso che in pochi minuti ci porta al pianoro in cui è collocata la Cappella di San Bernardo di Mares, a quota 1550 m.

Durante il Medioevo questa zona adibita a pascolo fu terreno di discordie tra gli abitanti di Sparone e quelli di Canischio che ne pretendevano entrambi il possesso. Raggiunsero la pace costruendo due cappelle, dedicate entrambe a San Bernardo d’Aosta, una sul versante rivolto verso Sparone e l’altra verso Canischio.

Tutti gli anni, la prima domenica dopo ferragosto, viene celebrata la festa di San Bernardo di Mares.

monte-soglio-mares

Dalla cappella seguiamo ora la traccia verso sinistra e proseguiamo in direzione di un grande traliccio ben evidente. Da qui il sentiero con diversi saliscendi ci porta al Colle della Pessa, un pianoro in cui possiamo riposare un attimo e prepararci alla salita finale che abbiamo di fronte, che segue la traccia lungo l’ampia cresta fino alle baite dell’Alpe Calus.

monte-soglio-mares
monte-soglio-mares

Da qui un ultimo tratto in salita ci porta finalmente a raggiungere la cima del Monte Soglio a 1971 m dove è posta una statua della Madonna e una tavola di orientamento. Anche da qui la vista è a 360 gradi! Un vero e proprio balcone panoramico con una visuale spettacolare sull’intero massiccio del Gran Paradiso, le montagne delle Valli di Lanzo, il Canavese, il Monviso, il Cervino e il Massiccio del Monte Rosa, le Alpi Marittime e l’Appennino Ligure.  

monte-soglio-mares

La discesa avviene seguendo il percorso fatto all’andata fino alla Cappella di San Bernardo, da dove però non proseguiamo salendo verso la cima ma imboccando il sentiero quasi in piano che prosegue invece a mezzacosta, sotto la cima, fino al pianoro della Bassa (quello accennato a inizio articolo).

Da qui scendiamo nuovamente nel bosco seguendo il sentiero dell’andata. 

monte-soglio-mares

Ti è piaciuta questa escursione a Cima Mares e Monte Soglio?
Mettile un “mi piace” e seguimi anche su Instagram e Facebook per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Se ti stai preparando per la tua prima escursione in montagna ti lascio qualche consiglio per partire preparato.

Spero che anche tu possa trovare nella montagna una grande Maestra di vita!

A presto.

Richiedimi la traccia gpx del percorso lasciandomi un commento in fondo a questo articolo. La riceverai via e-mail quanto prima. 

0
PASSI A/R

I prodotti che ti consiglio

Ho selezionato per te una serie di prodotti utili per praticare escursionismo in sicurezza e comfort. 

Di questa escursione ho creato per te dei contenuti esclusivi

Accedi all’area riservata e scopri tutti i vantaggi che puoi ottenere con la sottoscrizione alla mia pagina.

Download guide in formato pdf

Avrai accesso al download di numerose guide in formato pdf inerenti escursioni e passeggiate. Potrai scaricarle sul tuo smartphone o stamparle per poterle comodamente avere sempre con te.

Chat Telegram di Raccontapassi

Avrai accesso alla Chat Telegram di Raccontapassi. Sarai aggiornato ogni volta che aggiungerò un nuovo contenuto da scaricare e potrai inoltre parlare e confrontarti con me e con altri abbonati.

Tracce GPX dei sentieri

Avrai la possibilità di scaricare la traccia GPX di numerosi sentieri.

Potrebbe anche piacerti

I prodotti che ti consiglio

Ho selezionato per te una serie di prodotti utili per praticare escursionismo in sicurezza e comfort. 

Ciao, mi chiamo Monica Maffei, sono nata nel 1987 e vivo in provincia di Torino, in un paesino del Canavese. Ho la passione per le gite fuori porta – soprattutto nella mia Regione – per le escursioni in montagna, le passeggiate nei borghi alpini e i viaggi all’estero. Mi piace vedere posti nuovi, gente nuova, conoscere e vivere culture diverse dalla mia. Ma mi piace anche stare in solitudine nella natura, respirare aria fresca e ascoltare i suoni della montagna.

Seguimi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla newsletter di raccontapassi

SARAI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’

Vieni con noi?