Dal borgo di Vrù alla borgata Rivirin

CONDIVIDI IL POST

Share on facebook
Share on twitter
Share on reddit
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Share on whatsapp
Share on print

Vrù è un piccolo borgo alpino a quota 1030 m che si raggiunge in auto tramite una stretta e tortuosa strada che parte del comune di Cantoira, in Val Grande, in provincia di Torino. Oggi andremo a visitarlo e, con una facile e breve passeggiata, raggiungeremo la borgata Rivirin per vedere delle bellissime sculture in pietra.

vru-borgo

Vrù è un piccolo borgo di montagna costituito da un  gruppo di case in pietra e legno molto ravvicinate tra di loro e separate da un intrico di  viuzze e stradine, dette “chintanes” che attraversano tutta la frazione.

Quando si visita questo borgo una particolarità che salta subito all’occhio sono le numerose fontane in pietra disseminate in tutto il paese, in punti strategici. Le case antiche sono costuite con muri a secco e si nota ancora l’antica pavimentazione in grosse pietre.

Le origini del borgo di Vrù sembrano essere molto antiche, si pensa infatti che i primi insediamenti risalgano all’Alto Medioevo. Negli anni la popolazione sfruttando le risorse locali, ha cominciato a vivere di commercio, artigianato, agricoltura e pastorizia. All’inizio del 1900 la popolazione iniziò a fruttare i giacimenti di talco a monte della borgata. Il più importante era situato all’Alpe Brunetta. Intorno agli anni ’40 erano circa 12 i minatori che vi lavoravano.

La miniera è in disuso dal 1979, e oggi è diventato un ecomuseo gestito dal CAI di Lanzo.

borghi-alpini-lanzo

Visitare questo borgo, oggi, è come entrare in un vero e proprio museo a cielo aperto, da vedere in silenzio e con molta curiosità. Ogni angolino racconta la storia degli abitanti che hanno popolato questo piccolo borgo, dove ancora vivono una decina di persone.

vru-borgo
vru-borgo

Al termine del borgo seguendo una strada che attraversa ampie radure, si arriva in circa 15 minuti alla borgata Rivirin. Qui si possono ammirare delle bellissime sculture in pietra. Sono delle fedeli riproduzioni in miniatura della Torre di Pisa, della Mole Antonelliana (alte circa 3 metri), e della cima del Rocciamelone (un po’ più piccola delle prime due).

borghi-alpini-lanzo
borghi-alpini-lanzo

Queste sculture sono state realizzate dalle abili mani di Francesco Berta, detto “Cichin”. Lui lavorava alla teleferica della miniera ma nel tempo libero si dedicava alla sua grande passione: realizzare sculture in legno e in pietra.

Da qui parte anche in sentiero che in circa 1,30h porta all’ecomuseo delle Miniere Brunetta.

Cichin,nel borgo di Vrù, ha realizzato anche altre opere. Ritornando infatti nel centro del paese, in una baita che ospitava la vecchia scuola, vi è un particolare presepe meccanico.

In questo presepe vengono infatti riprodotti fedelmente la vita di montagna di un tempo con baite realizzate in pietra e personaggi di legno, scolpiti e dipinti a mano e vestiti con abitini di stoffa. Un’opera d’arte vera e propria!

borghi-alpini-lanzo

Qui a Vrù, Cichin, è famoso anche per un altro motivo. Fin da giovane infatti era appassionato al mondo del cinema tanto che decise un giorno di andare a Torino per comprare un vero e proprio proiettore. Negli anni ’50 inizia a proiettare i primi cortometraggi e dei brevi documentari. Sistema il proiettore sul davanzale di casa sua e proietta su un lenzuolo.

Negli anni seguenti inizia a spostarsi in vari luoghi di Cantoira come bar o piazze. Il suo sogno finalmente si realizza quando riesce a costruire a cantoira una vera e propria sala cinematrografica che resterà aperta fino agli anni ’90. 

vru-borgo

Sotto il periodo natalizio il borgo di Vrù si popola anche di piccole e grandi natività sparse tra le vie del paese e realizzate con materiali semplici e con tantissima fantasia.

Ti è piaciuta questa passeggiata alla scoperta del borgo di Vrù e della borgata Rivirin?
Mettile un “mi piace” e seguimi anche su Instagram e Facebook per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Ora, non ti resta che preparare lo zaino e partire all’avventura.

A presto.

Potrebbe anche piacerti

Ciao, mi chiamo Monica, sono nata nel 1987 e vivo in provincia di Torino, in un paesino del Canavese. Ho la passione per le gite fuori porta – soprattutto nella mia Regione – per le escursioni in montagna, le passeggiate nei borghi alpini e i viaggi all’estero. Mi piace vedere posti nuovi, gente nuova, conoscere e vivere culture diverse dalla mia. Ma mi piace anche stare in solitudine nella natura, respirare aria fresca e ascoltare i suoni della montagna.

Seguimi sui social

2 risposte

  1. Non avevo mai sentito parlare del borgo di Vrù e mi ha molto incuriosito la riproduzione in miniatura della Mole Antonelliana e della Torre di Pisa. I primi di settembre sarò a Torino per un matrimonio e casomai farò tappa in questo borgo. Grazie per il suggerimento.

    1. Fai un salto perché è davvero particolare. Se poi vai in quella zona visita anche il Borgo di Lities e quello di Vonzo. Sono due gioiellini delle Valli di Lanzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla newsletter di raccontapassi

SARAI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’