Al Moncuni (Monte Cuneo) con The Walking Bob

CONDIVIDI IL POST

Share on facebook
Share on twitter
Share on reddit
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Share on whatsapp
Share on print

IL MONCUNI (MONTE CUNEO)

Domenica 23 gennaio abbiamo fatto un’escursione ad anello alla scoperta del Moncuni (conosciuto anche come Monte Cuneo), una montagna alta 641 m da cui si ha un’ottima vista sui laghi di Avigliana, sulla Val di Susa e sulle montagne della Val Sangone.

Il Moncuni si trova all’inizio della Val Sangone, tra Avigliana, Reano e Trana. E’ il punto terminale  della Collina Morenica di Rivoli-Avigliana ed è possibile raggiungerlo percorrendo diversi itinerari. Noi abbiamo realizzato un giro ad anello partendo da Avigliana, attraversando suggestivi boschi e camminando lungo i sentieri labirintici della Collina Morenica di Avigliana e di Rivoli. È un itinerario percorribile tutto l’anno, molto semplice, che presenta solo qualche brevissimo tratto un po’ ripido e sconnesso.

moncuni

LA NOSTRA USCITA GUIDATA AL MONCUNI CON THE WALKING BOB

Quella verso il Moncuni è stata per noi un’escursione un po’ diversa dalle solite in quanto abbiamo partecipato a un’uscita guidata accompagnati da una guida escursionistica ambientale.

Solitamente andiamo in montagna da soli o con amici e, non vi nego, che un po’ di tensione vi è sempre, soprattutto se ci cimentiamo in un’escursione impegnativa e magari mai fatta prima. In più pianificarla non è mai cosa semplice e banale, soprattutto se si cerca di farlo nel dettaglio.

Vi sono molte cose da valutare e da preparare e io sono una di quelle persone che pianifica meticolosamente ogni cosa, in modo essere preparata e non imbattermi in qualche imprevisto (che nonostante tutto, capitano spesso).

Questa volta, finalmente, ho potuto far riposare la mente, non ho pensato a nulla né prima né durante, e questo mi ha permesso di vivere appieno la giornata e la montagna.

Per la passeggiata al Moncuni ha pensato a tutto la nostra guida, noi non abbiamo dovuto far altro che preparare i panini, riempire lo zaino, indossare le scarpe da trekking e seguire le sue indicazioni e il suo programma.

Ho conosciuto Roberto, alias “The Walking Bob”, attraverso il mio profilo Instagram e sono subito rimasta colpita in modo molto positivo dal suo lavoro.

moncuni

Roberto è una Guida Escursionistica Ambientale (GEA) che si occupa di accompagnare singole persone o gruppi alla scoperta del territorio piemontese, organizzando uscite a carattere naturalistico-escursionistico, dove illustra le peculiarità naturalistiche, senza però tralasciare la storia e le tradizioni dei territori di cui porta alla scoperta. Una caratteristica che trovo decisamente interessante e che apprezzo molto.

Abbiamo così deciso di partecipare a una sua uscita di gruppo scegliendo la passeggiata al Moncuni perché non ci eravamo mai stati e ci incuriosiva molto non solo raggiungerlo, ma anche saperne di più sulla natura e sulla storia di questo territorio, approfondendone l’origine e la conformazione. E così è stato!

moncuni

IL NOSTRO PERCORSO VERSO IL MONCUNI

La partenza è avvenuta dal parcheggio nei pressi della Cappella di San Claudio di Avigliana. Da qui abbiamo imboccato Via Monte Cuneo e abbiamo proseguito su strada per circa 900 metri fino ad incontrare sulla nostra destra, in località Villaggio Belvedere, una strada sterrata che si inoltra nel bosco.

Percorrendo da qui la “Via dei Pellegrini” (traccia TOP 201) siamo arrivati, inoltrandoci tra i fitti sentieri nel bosco, ad incontrare Péra ‘d Bagiacu, un masso di notevole dimensione incastonato in modo decisamente singolare.

Ci è stato spiegato essere un masso erratico, la cui origine risale al periodo pleistocenico, quando il Ghiacciaio Balteo, con la sua azione erosiva, ha dato vita a enormi detriti. Questi con l’avanzare dei ghiacciai sono stati trasportati, anche per grandi distanze, e infine, in fase di ritiro, sono stati depositati al suolo, alle volte in posizioni del tutto inusuali.

moncuni

Da qui abbiamo proseguito sempre seguendo la traccia 201 fino a Fontana Moncuni. Qui si attraversa la strada asfaltata e ci si immette nuovamente sul sentiero nel bosco, che prosegue in falsopiano fino a un vecchio rudere. Da qui la pendenza aumenta e si raggiunge dapprima un punto panoramico e successivamente il Moncuni.

Dalla vetta del Moncuni, alta 641 m, il panorama è davvero unico. Da un lato la vista spazia sulla conca di Giaveno, con le montagne della Val Sangone (il Rocciavrè, il Monte Robinet) dall’altro lato sulla Sacra di San Michele, il Rocciamelone e la dorsale ovest della Val di Susa, fino al Monte Musinè. Sotto di noi abbiamo invece i laghi di Avigliana, mentre, verso sud, il Monte Pietraborgia e l’abitato di Trana. Verso est la Collina Morenica di Rivoli e di Avigliana.

moncuni

Dopo una sosta rigenerante per mangiare e per godere di questo fantastico panorama, siamo da qui ripartiti in direzione del Col Buchet, un altro punto molto panoramico che abbiamo raggiunto in pochi minuti.

moncuni
moncuni

Da qui siamo scesi verso il pianoro del Bal dle Masche (il ballo delle streghe), oggetto di curiose leggende locali. Proseguendo ancora nel bosco siamo ritornati al Villaggio Belvedere, chiudendo così il nostro giro ad anello.

CONCLUSIONI

Ringraziamo ancora una volta Roberto per questa bella esperienza e per tutte le curiosità che ci ha illustrato durante la nostra passeggiata verso il Moncuni. Ringraziamo anche tutti i nostri compagni di avventura, con cui ci siamo trovati benissimo e con cui abbiamo condiviso e trascorso questa magnifica giornata.

Grazie a questa uscita di gruppo abbiamo capito che camminare lungo i sentieri e vivere la natura in compagnia di chi come noi ama le montagne è un’esperienza davvero unica ed emozionante.  

Se volete qualche informazione dettagliata su The Walking Bob e sulle date delle sue escursioni vi consiglio di andare a sbirciare sul suo sito internet. Sono sicura che troverete l’escursione che fa al caso vostro!

moncuni

Ti è piaciuta questa escursione al Moncuni?
Mettile un “mi piace” e seguimi anche su Instagram e Facebook per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Se ti stai preparando per la tua prima escursione in montagna ti lascio qualche consiglio per partire preparato.

Spero che anche tu possa trovare nella montagna una grande Maestra di vita!

A presto.

0
PASSI A/R

I prodotti che ti consiglio

Ho selezionato per te una serie di prodotti utili per praticare escursionismo in sicurezza e comfort. 

Potrebbe anche piacerti

I prodotti che ti consiglio

Ho selezionato per te una serie di prodotti utili per praticare escursionismo in sicurezza e comfort. 

Ciao, mi chiamo Monica Maffei, sono nata nel 1987 e vivo in provincia di Torino, in un paesino del Canavese. Ho la passione per le gite fuori porta – soprattutto nella mia Regione – per le escursioni in montagna, le passeggiate nei borghi alpini e i viaggi all’estero. Mi piace vedere posti nuovi, gente nuova, conoscere e vivere culture diverse dalla mia. Ma mi piace anche stare in solitudine nella natura, respirare aria fresca e ascoltare i suoni della montagna.

Seguimi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla newsletter di raccontapassi

SARAI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’

Vieni con noi?