Cascate di Novalesa, i giganti della natura

CONDIVIDI IL POST

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on reddit
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Share on whatsapp
Share on print

Le cascate di Novalesa sono dei giganti della natura. Si trovano in provincia di Torino, in Val di Susa. Sei di queste sono sempre visibili, mentre in periodi particolarmente piovosi si arriva a vederne addirittura più di dieci.
Io oggi vi porterò ad ammirarne tre.

La prima la troviamo sulla strada che porta all’Abbazia di Novalesa. Lasciamo l’auto nel comodo parcheggio poco prima di un ponte. Proseguiamo ora a piedi, attraversiamo il ponticello, e poco dopo troviamo alla nostra destra un sentiero che entra nel bosco. Lo seguiamo senza grosse difficoltà, sale dolcemente ed è molto breve. Infatti, in poco meno di 15 minuti, ci troviamo a destinazione.

Eccola, la cascata del Rio Bard! Molto bella e suggestiva, se il rio ce lo permette lo possiamo attraversare per poi percorrere il giro ad anello e ritrovarci nel parcheggio tramite un bel sentiero pianeggiante. Altrimenti percorriamo nuovamente la strada dell’andata.

Cascata di Novalesa, cascata del Rio Bard

La seconda cascata di Novalesa che vedremo oggi è, a mio avviso, la più spettacolare in assoluto. Per raggiungerla riprendiamo la macchina e percorriamo la strada che ci porta al centro di Novalesa, percorriamo tutta via Roma fino a che non incontriamo uno spiazzo sterrato e un’indicazione per le cascate.

Lasciamo qui l’auto, indossiamo scarpe comode, giacca impermeabile nello zainetto e partiamo all’avventura. Possiamo anche portarci una coperta, un panino e qualcosa da bere. Lungo la strada troveremo delle piccole aree in cui rilassarci e stenderci all’ombra. Percorriamo quindi un sentiero ben segnalato, senza nessuno tipo di difficoltà.

Dopo una ventina di minuti circa ci troveremo di fronte lei, la cascata del Rio Claretto. È altissima!!! Talmente alta che non si riesce a fotografare tutta.
Intravedo un sentierino che porta proprio giù, ai suoi piedi. Il rumore è fortissimo ed è inevitabile inzupparsi dalla testa ai piedi. In estate è possibile fare un bagno rinfrescante nella conca che si forma ai suoi piedi.

Poco distante troviamo anche la Cascata del Torrente Mardarello. Vi consiglio di scendere fin ai suoi piedi e guardare su. Come siamo piccoli al suo cospetto!

Il giro delle nostre cascate di Novalesa per oggi è terminato. Ne avremo ancora altre da vedere ma il tempo scorre e si è fatto tardi, dobbiamo tornare a casa.

Ti è piaciuta questa escursione alle cascate di Novalesa?
Mettile un “mi piace” e seguimi anche su Instagram e Facebook per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Se ti stai preparando per la tua prima escursione in montagna ti lascio qualche consiglio per partire preparato.

Spero che anche tu possa trovare nella montagna una grande Maestra di vita!

A presto.

Potrebbe anche piacerti

Ciao, mi chiamo Monica, sono nata nel 1987 e vivo in provincia di Torino, in un paesino del Canavese. Ho la passione per le gite fuori porta – soprattutto nella mia Regione – per le escursioni in montagna, le passeggiate nei borghi alpini e i viaggi all’estero. Mi piace vedere posti nuovi, gente nuova, conoscere e vivere culture diverse dalla mia. Ma mi piace anche stare in solitudine nella natura, respirare aria fresca e ascoltare i suoni della montagna.

Seguimi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *