Un santuario incastonato nella roccia: San Besso

CONDIVIDI IL POST

Share on facebook
Share on twitter
Share on reddit
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Share on whatsapp
Share on print

Il particolare Santuario di San Besso si trova in Val Soana, la prima valle del Parco Nazionale del Gran Paradiso che si incontra entrando dal Piemonte. Risale al XVII secolo e si trova lungo quello che un tempo era il percorso di collegamento tra la Val di Cogne e il Canavese.

Mi ha sempre incuriosito molto perché è un santuario incastonato nella roccia, è stato infatti costruito facendo appoggiare la fiancata laterale su uno sperone roccioso chiamato Monte Fautenio.

Una tradizione vuole che San Besso fu ucciso da alcuni pastori facendolo precipitare da questa rupe. Tutti gli anni, il 10 agosto e il 1º dicembre molta gente sale dalla Val Soana e dalla Val di Cogne e si riunisce qui in pellegrinaggio trascorrendo una giornata di festa dedicata al Santo.

santuario-san-besso

Per raggiungere il Santuario di San Besso andiamo a Campiglia Soana e, dopo l’abitato, quando termina la strada, lasciamo l’auto. Qui parte la nostra escursione. Inizialmente la strada sale poco, costeggiamo subito un parco giochi e una bella pineta. Raggiunto un ponte la strada inizia a farsi più ripida.

Inizio sentiero per Pian Azaria

Seguiamo quindi la stessa strada per il “Pian dell’Azaria”, poi quando incontriamo sulla nostra destra le indicazioni per il Santuario, lasciamo la strada e iniziamo la nostra “vera” salita sul sentiero.

Sei mai stato al Pian dell’Azaria? Se sei curioso ne parlo in questo mio articolo.

Qui il sentiero sale molto rapidamente tra pinete e pietrai. Raggiunta la Cà Nuova, a quota 1815m, siamo a metà percorso. Non ci resta che continuare a salire anche perché, da qui a pochi minuti, ecco stagliarsi davanti a noi il Monte Fautenio e, piccolo piccolo appoggiato su di esso, il Santuario di San Besso.

 Siamo però ancora distanti, prima di raggiungerlo dobbiamo superare l’altopiano e fare un ultimo tratto di sentiero in salita…e che salita! E’ parecchio ripida ma anche abbastanza breve.

Santuario di San Besso

Il Santuario è raggiungibile anche da Piamprato con un percorso più panoramico ma anche più lungo, attraverso il colle della Borra, oppure da Cogne, attraverso il Colle dell’Arietta, con un’ escursione piuttosto lunga

Vista dal Santuario di San Besso
Santuario di San Besso

Ti è piaciuta questa escursione al Santuario di San Besso?
Mettile un “mi piace” e seguimi anche su Instagram e Facebook per restare sempre aggiornato e non perderti altri racconti!

Se ti stai preparando per la tua prima escursione in montagna ti lascio qualche consiglio per partire preparato.

Spero che anche tu possa trovare nella montagna una grande Maestra di vita!

A presto.

Potrebbe anche piacerti

Ciao, mi chiamo Monica, sono nata nel 1987 e vivo in provincia di Torino, in un paesino del Canavese. Ho la passione per le gite fuori porta – soprattutto nella mia Regione – per le escursioni in montagna, le passeggiate nei borghi alpini e i viaggi all’estero. Mi piace vedere posti nuovi, gente nuova, conoscere e vivere culture diverse dalla mia. Ma mi piace anche stare in solitudine nella natura, respirare aria fresca e ascoltare i suoni della montagna.

Seguimi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla newsletter di raccontapassi

SARAI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITA’

Vieni con noi?

29 MAGGIO 2022
ESCURSIONE GUIDATA
al Santuario di San Besso